Storie - 10 novembre 2021, 23:34

«Guardiamo il mondo con gli occhi degli animali». La dottoressa Pais emoziona Busto

La veterinaria della Clinica Duemari: «Ogni tanto ci sfugge che non sono umani, volevo raccontare quello che, secondo me, è giusto che tutti comincino a fare, anche i proprietari più scafati»

«Guardiamo il mondo con gli occhi degli animali». La dottoressa Pais emoziona Busto

Guardare il mondo con gli occhi degli animali. A Busto Arsizio la dottoressa Monica Pais si confronta sul suo ultimo libro con il pubblico, un vero incontro e scambio di idee ed emozioni dopo alcune tappe "firmacopie". 

Mercoledì 10 novembre, la veterinaria è stata ospite alla libreria Ubik per presentare il “Con i loro occhi” come lo definisce lei: «uno stupidario veterinario semiromanzato».

E spiega: «L’idea della casa editrice (Longanesi) era chi io scrivessi un manuale, però non era esattamente nelle mie corde. Avrei potuto scrivere un libro sulla malattia oncologica ma non credo vi sarebbe piaciuto! In più ci sono persone molto più quotate di me. Quindi, siccome la conosco molto bene, sapeva che avrei dato una mia interpretazione a questa loro richiesta e così è stato, perché in effetti questo è un libro che nasce con l’intento del tutto filosofico, non è un manuale, è uno stupidario veterinario: è un elenco di cose stupide che un veterinario dice in generale».

E poi: «A me faceva molto piacere raccontare quello che, secondo me, è giusto che tutti comincino a fare, anche i proprietari più scafati e anche quelli che pensano di essere, che probabilmente lo sono, i migliori proprietari possibili». Ha proseguito dicendo: «Ogni tanto ci sfugge che non sono umani. Il primo atto che spinge gli umani all’idea di prendere un animale è ovviamente diverso per ognuno di noi. Però io non volevo insegnare a chi ama gli animali come e perché si deve avere il desiderio di averlo, solo che nella pratica della clinica io mi rendo conto che molti prendono degli animali che non vanno bene per le persone che sono». 

Un libro dunque che racconta quelli che sono i bisogni degli animali, che spesso non vengono capiti dai loro padroni, perché - come dice il titolo - bisognerebbe imparare a guardare il mondo “Con i loro occhi”. La dottoressa, oltre a raccontare il libro ha parlato con le persone che erano presenti alla libreria Ubik, raccontando alcune delle sue esperienze divertenti. Lei, che ha anche salvato il cane Palla, ma afferma che in realtà Palla si è salvata da sola, ha ascoltato a sua volta le storie dei presenti. C'è chi ha raccontato di aver salvato anche un gatto, grazie proprio all’esempio della dottoressa, commuovendosi dalla felicità di trovarsi davanti la persona che l’ha ispirata a compiere questo gesto.

Un evento fatto di racconti, conversazioni e momenti di bellissima complicità, che scalda il cuore, perché gli animali vanno amati e vanno saputi scegliere in base all’affinità che possono avere con il nostro stile di vita, in modo da farli vivere come dovrebbero e non come vorremmo che vivessero.

GUARDA IL VIDEO

 

Michela Scandroglio

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU