/ Salute

Salute | 16 novembre 2021, 14:15

Vaccinazioni antinfluenzali. In Lombardia già oltre 671 mila somministrazioni e da venerdì via a nuove categorie

Dal 19 novembre potranno accedere anche gli adulti dai 60 ai 64 anni e i bambini dai 7 ai 13 anni e tra le classi "di rischio" operatori sanitari, forze dell'ordine, vigili del fuoco, donatori di sangue, insegnanti e personale non docente

Vaccinazioni antinfluenzali. In Lombardia già oltre 671 mila somministrazioni e da venerdì via a nuove categorie

Sono oltre 671.000 i cittadini lombardi che, a ieri, 15 novembre, hanno già ricevuto la vaccinazione antinfluenzale. Numeri che nei prossimi giorni cresceranno ulteriormente grazie anche all'apertura, da venerdì 19 novembre, delle agende per nuove categorie. 

In particolare, potranno accedervi: 

- gli adulti dai 60 ai 64 anni (nati nel 1961 e precedenti)

- i bambini dai 7 ai 13 anni (nati nel 2008 e successivi) con spray nasale 

e fra le nuove classi di condizioni di rischio:

- gli operatori sanitari

- le Forze armate: Polizia di Stato, Polizia penitenziaria, Carabinieri, Guardia di finanza

- i Vigili del Fuoco

- i donatori di sangue

- lavoratori a contatto con animali o materiale di origine animale

- gli insegnanti e il personale dei servizi educativi (personale docente e non docente fino alle scuole secondarie di 2° grado, inclusi gli educatori dei nidi e delle scuole dell'infanzia).

«Ancora una volta - spiega la vicepresidente della Regione Lombardia e assessore al Welfare, Letizia Moratti - rinnovo l'invito a prenotare ed effettuare la vaccinazione antinfluenzale. Ricordo infatti che, insieme alle misure di igiene e di protezione individuale, è lo strumento più efficace e sicuro per prevenire l'influenza»

COME PRENOTARE

I cittadini possono prenotare la propria dose tramite il portale (https://vaccinazioneantinfluenzale.regione.lombardia.it), il numero verde 800.89.45.45, o rivolgendosi al proprio medico di medicina generale o al pediatra.

Ad oggi possono prenotare i cittadini over 65; le persone a rischio per patologia; le donne in gravidanza e i bambini dai 6 mesi ai 6 anni.

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore