/ Legnano

Legnano | 17 novembre 2021, 16:59

Quasi centomila persone al Luna Park di Legnano

Nel fine settimana in media quasi 500 i respinti a seguito di verifiche sui Green Pass

Quasi centomila persone al Luna Park di Legnano

Si è conclusa lo scorso fine settimana l’edizione 2021 del Luna Park di Legnano, che ha segnato, dopo lo stop del 2020, un significativo afflusso di pubblico nell’arco delle quattro settimane di permanenza in piazza Primo Maggio. I rilevamenti di presenze effettuati con i contapersone nei soli fine settimana (venerdì, sabato e domenica) al 7 novembre sono pari a 72mila, numero che, proiettato sull’intero periodo, si avvicina verosimilmente alle 100mila unità.

Nel corso della permanenza del Luna Park gli addetti alla sicurezza hanno eseguito due interventi a supporto del personale sanitario in seguito a malori accusati dal pubblico; due interventi sono stati, invece, necessari per allontanare ragazzi che tenevano comportamenti intemperanti.

Quanto ai controlli effettuati dagli addetti alla sicurezza sui Green Pass, nel fine settimana, sono state tra le 150 e le 200 le persone allontanate in orario serale e 300 in orario pomeridiano. Da ricordare che agli ingressi le verifiche sono state effettuate a campione dagli addetti alla sicurezza sul 20% circa dei presenti. In alcuni casi il controllo è stato incrociato con i documenti identificativi. Sono stati riscontrati anche casi di uso improprio del Green Pass: genitori che esibivano il certificato verde dei figli e viceversa, persone di nazionalità non italiana che esibivano green pass appartenenti a identità italiane e persone che esibivano lo stesso Green Pass. Ai controlli effettuati dagli addetti alla sicurezza all’ingresso si sono aggiunti quelli della Polizia locale all’interno dell’area, che hanno riguardato tutti gli operatori e circa 200 utenti.

«Presentando questo Luna Park avevo parlato di edizione non scontata, date le criticità rappresentate dalla pandemia non ancora debellata - ricorda il sindaco Lorenzo Radice -. Averla tenuta, con le indispensabili limitazioni, è stata una scommessa molto impegnativa che considero vinta. E questo è avvenuto grazie all’enorme lavoro svolto dalla nostra Polizia locale, dalle altre forze dell’ordine, all’impegno dei volontari della Protezione civile e della Croce Rossa e al senso di responsabilità e alla collaborazione degli operatori del settore. Grazie a loro Legnano ha potuto tornare a vivere una tradizione molto sentita che mancava da due anni; un passo importante sulla via della normalità purtroppo non ancora raggiunta e per cui serve ancora la massima attenzione da parte di tutti».

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore