/ Valle Olona

Valle Olona | 19 novembre 2021, 17:42

Giornata degli alberi: la festa e le azioni degli scolari olgiatesi

Ai parchi Opai e Shapira i momenti che hanno coinvolto i bambini della scuola materna e gli studenti delle medie. Bigliettini per “ringraziare” gli alberi per quello che fanno ogni giorno, per noi e in natura e due nuovi gelsi messi a dimora. LE FOTO

Olgiate Olona: i momenti di festa alle scuole Dante Alighieri e Landriani

Olgiate Olona: i momenti di festa alle scuole Dante Alighieri e Landriani

Gli scolari olgiatesi di tutte le età hanno celebrato oggi, 19 novembre, la Festa dell’Albero, riflettendo sull’importanza della natura e sul prezioso ruolo che gli alberi hanno all’interno delle nostre vite.

Ad aprire i festeggiamenti sono stati i piccoli alunni della scuola materna “Landriani”. Hanno fatto una gita al parco dell’Opai per “ringraziare” gli alberi per quello che fanno ogni giorno, per noi e in natura.

«L’uscita di oggi è la conclusione di un percorso iniziato in classe – spiega la coordinatrice Marta Iacobbi – innanzitutto abbiamo parlato ai piccoli degli alberi, spiegando loro come sono fatti e quale sia il loro importantissimo ruolo; in seguito abbiamo chiesto ai bimbi di esprimere un pensiero di ringraziamento per gli alberi, pensieri che sono stati scritti dalle insegnanti sui dei foglietti colorati e che ci hanno accompagnato in questa piccola gita».

Una giornata “magica”: ogni classe ha scelto un albero del parco e, dopo averlo osservato e abbracciato, con l’aiuto delle maestre ha attaccato i bigliettini al tronco. Nei prossimi giorni, i genitori dei bambini potranno andare al parco a ritirarli, portando così a casa un ricordo di questa importante festa.

Anche gli alunni della scuola media “Dante Alighieri” hanno festeggiato la ricorrenza, “popolando” il parco Shapira con due nuovi gelsi messi a dimora con l’aiuto degli adulti e grazie al contributo dell’amministrazione comunale.

La scelta della pianta non è casuale; ci si è voluti ricollegare al passato di Olgiate Olona, che per lungo tempo è stato votato alla coltivazione dei gelsi e all’allevamento dei bachi da seta.

A giovani, inoltre, è stata donata una ghianda, che potranno piantare una volta a casa per dare vita a nuovi, preziosissimi, alberi.

«Vi ricordate l’era glaciale? – ha chiesto ai ragazzi l’assessore ai servizi educativi Luisella Tognoli, presente all’evento insieme all’assessore all’ecologia Leonardo Richiusa – in quel film uno “scoiattolo” inseguiva per tutto il tempo la sua ghianda; lo faceva perché sapeva si trattava di un oggetto importantissimo.

Oggi, anche voi avete ricevuto la vostra ghianda, che vi invito a piantare una volta giunti a casa. Abbiate cura di lei e dell’albero che da essa crescerà, potrà rimanere con voi per sempre».

Loretta Girola

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore