/ Busto Arsizio

Busto Arsizio | 25 novembre 2021, 12:31

Nella Giornata contro la violenza sulle donne «apriamo uno spazio di ascolto e pratica in ogni famiglia»

La proposta promossa dalla Rete di Cooperazione Educativa Lombardia, con la partecipazione di Auser e Percorsi Senz’Età

Nella Giornata contro la violenza sulle donne «apriamo uno spazio di ascolto e pratica in ogni famiglia»

Oggi, 25 novembre, ricorre la Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, istituita dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite.

La Rete di Cooperazione Educativa Lombardia, con la partecipazione di Auser e Percorsi Senz’Età, chiede di aprire nella giornata uno spazio di ascolto e di pratica all’interno di ogni famiglia, per restituire – come scrive Serena Dandini – «voce a chi da viva ha parlato poco o è stata poco ascoltata, con la speranza di infondere coraggio a chi può ancora fare in tempo a salvarsi».

Questo perché, continua l’autrice, si è ormai consapevoli che «dietro le persiane chiuse delle case italiane si nasconde una sofferenza silenziosa e l’omicidio è solo la punta di un iceberg di un percorso di soprusi e dolore che risponde al nome di violenza domestica».

Allora, in questa giornata, la Rete coordinata da Milly Paparella propone alcune azioni concrete da attuare all’interno di ogni casa: che gli uomini possano pronunciare dei “sì” convinti alle richieste delle loro compagne; che si guardi insieme il cortometraggio di Paolo Genovese e Luca Miniero “Piccole cose di valore non quantificabile” e che si legga qualche passo del libro “Ferite a morte” di Serena Dandini.

«Dedicare del tempo vero, insieme, per dare valore alla propria donna, alla propria madre e alle proprie figlie: perché donne si nasce e si diventa».

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore