/ Gallarate

Gallarate | 27 novembre 2021, 15:00

Gallarate, Longobardi: «Insieme ad Ascom per rilanciare l’economia della nostra Gallarate»

Il vicesindaco e assessore al Commercio, conferisce al rafforzamento della collaborazione con l’associazione un ruolo centrale del suo programma: «Il Gran Galà è uno dei punti della ripartenza dei negozi di vicinato»

Gallarate, Longobardi: «Insieme ad Ascom per rilanciare l’economia della nostra Gallarate»

Per Rocco Longobardi sarà la prima volta sul palco del Gran Galà del Commercio al Teatro Condominio. Domenica 28 novembre affiancherà il sindaco Andrea Cassani e la collega di giunta Claudia Mazzetti (delegata alla Cultura), in qualità di assessore al Commercio e, come sottolinea il neo vicesindaco, «in qualità di commercianti». L’intervento dei tre amministratori precederà quello centrale del presidente di Ascom, Renato Chiodi, che a sua volta introdurrà il protagonista della serata, ovvero Vittorio Sgarbi, chiamato a raccontarsi le bellezze di Gallarate da suo altissimo punto di vista.

Una doppia veste quella di Longobardi, che diventa triplice perché il numero due di Palazzo Borghi si ritiene da sempre parte integrante della famiglia di Ascom Confcommercio Gallarate e Malpensa. «Mai come in questa edizione», sottolinea l’assessore, «l’appuntamento annuale dell’Associazione riveste un ruolo centrale. Come era nelle prima prime due edizioni, per gli operatori del commercio lo scopo è quello di ritrovarsi, di confrontarsi, di trascorrere una serata tutti assieme in leggerezza. Ma quest’anno il valore raddoppia, perché il mondo di oggi non è più quello di due anni fa, perché la pandemia ha travolto e sta travolgendo tutti i settori dell’economia, perché quello del terziario è il più colpito e soprattutto perché noi commercianti non ci arrendiamo, ci stiamo rialzando. E domenica sera al Condominio partirà esattamente questo messaggio, ovvero la nostra determinazione ad andare oltre l’ostacolo, a guardare al futuro rinnovandoci per adeguarci ai cambiamenti in atto».

Longobardi ha colto i segnali della voglia di rialzarsi durante la recente riunione del Distretto urbano del commercio, del quale è presidente: «Grande partecipazione e non solo perché l’atrio del municipio era pieno. Mi riferisco alla partecipazione vera, quella che va oltre la presenza fisica. I commercianti di Gallarate non si piangono addosso e con entusiasmo hanno accolto le proposte del Duc e dell’assessorato, due realtà importantissime che mi onoro di avere ereditato dall’assessore Mazzetti e che ho trovato in ottima salute grazie al lavoro svolto da lei e dal sindaco Cassani negli ultimi cinque anni».

E nel processo di rinascita e rilancio del Commercio, Longobardi riserva un ruolo di primissimo piano ad Ascom e al suo presidente Renato Chiodi. «L’associazione commercianti», spiega, «è di fondamentale importanza nella programmazione e nella gestione di ogni strategia finalizzata alla ripresa dell’economia della nostra Gallarate. La collaborazione tra Comune e Ascom non è mai mancata, soprattutto con l’arrivo di Chiodi. Una collaborazione che è mia intenzione implementare, rendere ancora più strategica e attraverso la quale allargare e consolidare la nostra presenza anche nei quartieri. Una attenzione, quella nei confronti delle aree non centrali, che Ascom ha da sempre e che sarà un ulteriore valore aggiunto in tutte le politiche e le strategie che ci accompagneranno nei prossimi anni».

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore