ELEZIONI REGIONALI LOMBARDIA 2023
 / Busto Arsizio

Busto Arsizio | 30 novembre 2021, 21:33

Cause di incompatibilità rimosse. Testa: «Pronta a tornare in campo se necessario»

Sabba ha lasciato le presidenze del Distretto del commercio e dell’associazione che ha in affidamento il parco Comerio, Testa la presidenza della Pro Patria. Ma quest’ultima si dice pronta a tornare in campo se sarà necessario

Patrizia Testa

Patrizia Testa

Nei giorni scorsi, Patrizia Testa si è dimessa dalle cariche di presidente e amministratore unico della Pro Patria. Matteo Sabba ha lasciato la presidenza del Distretto urbano del commercio e quella dell’associazione BB 3.0-La Tribù di Busti Grandi che ha in affidamento il parco Comerio.
Rimuovendo, quindi, le cause di incompatibilità contestate nella prima seduta del Consiglio comunale dell’Antonelli-bis, seguendo il parere del segretario generale Domenico D’Apolito (leggi qui).

Nella seduta dell’assise di questa sera, martedì, i colleghi hanno “preso atto” favorevolmente delle note fatte pervenire dai due esponenti della lista civica per Antonelli sindaco.
Così, l’elezione a consiglieri comunali di Testa e Sabba è stata convalidata.

Ma subito dopo il voto e il ringraziamento all'ex presidente biancoblù da parte dell’assessore allo Sport Maurizio Artusa per «aver risollevato la squadra in un  momento difficile» e per aver lasciato una «immagine di pulizia etica e morale» oltre ai risultati sul campo, Testa è intervenuta con poche ma precise parole: «In questo momento di dubbio, io sono ancora su quella panchina e pronta a tornare in campo se necessario». 
Un riferimento alle vicissitudini che hanno caratterizzato l’acquisizione della Pro Patria, con le vicende giudiziarie del presidente di Sgai Roberto Galloro, a cui il consorzio stesso si è dichiarato estraneo. (leggi qui).

R.C.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore