/ Eventi

Eventi | 30 novembre 2021, 17:52

“Se questo vale”, doppio finissage per la mostra di Giovanna Giachetti

Visita guidata, laboratorio di “tessitura creativa” e presentazione del volume “Giovanna Giachetti, 2020 from 2015”. Maffioli: «Grande occasione culturale e di riflessione sull'arte»

Palazzo Cicogna a Busto

Palazzo Cicogna a Busto

Si conclude domenica 5 dicembre "Se questo vale”, mostra personale dell’artista milanese Giovanna Giachetti, a cura di Marta Orsola Sironi, allestita a Palazzo Marliani Cicogna nell’ambito di “Uno spazio per l’arte”.

Per un mese le sale di Palazzo Marliani Cicogna si sono animate dei colori degli arazzi dell’artista, che hanno evocato il calore del fuoco, lo scorrere impetuoso delle acque, la cupa sorgente della magia che ha dato vita al mondo. Sono state popolate, inoltre, da figure in lamiera, realizzate con materiali di scarto, rinati a vita nuova grazie all’arte e alla sensibilità di Giachetti che dal 2015 sperimenta la tecnica della lamiera battuta e dipinta e negli ultimi anni il lavoro tessile su piattina di polietilene stabilizzata. Sia il metallo di scarto sia i teli di plastica, materiali apparentemente brutti e poveri, si trasformano tra le sue mani in opere d’arte, allargando lo sguardo dello spettatore verso nuovi aspetti prima sconosciuti o trascurati della realtà.

Una mostra in parte anche di fiber art, dunque, «filone dell’arte contemporanea su cui vogliamo continuare a investire – conferma la vicesindaco e assessore alla Cultura Manuela Maffioli -. Un filone che, dopo le grandi mostre al Museo del Tessile, luogo principe per questo tipo di arte, vede ora, a Palazzo Marliani Cicogna, non solo esposizioni, ma anche la nascita e la progressiva implementazione di un nucleo di opere di "arte tessile" in seno alla sezione di arte contemporanea delle nostre Civiche Raccolte: un omaggio dovuto, lucido e consapevole anche alla nostra identità e alla nostra città».

LE INIZIATIVE DEL FINE SETTIMANA

Per salutare il pubblico bustocco, il 4 dicembre l’artista sarà presente al museo per incontrare le famiglie con bambini dagli 8 agli 11 anni: Giachetti svelerà ai piccoli partecipanti i “segreti” delle sue opere, per poi guidarli in un laboratorio di “tessitura creativa”. Due i turni di attività, con inizio alle ore 15.00 e alle ore 16.30. La partecipazione è gratuita, con prenotazione obbligatoria da effettuare su piattaforma Eventbrite, fino a esaurimento dei posti disponibili.

Un’altra occasione per approfondire l’opera dell’artista è in programma domenica 5 dicembre: alle ore 17.30 sarà presentato il libro “Giovanna Giachetti, 2020 from 2015” pubblicato da Nomos Edizioni.

Nel libro le foto delle opere più significative dell’artista sono accompagnate da testi di importanti critici d’arte, tra cui Marta Orsola Sironi, curatrice della mostra di Busto, e Martina Corgnati, docente di Storia dell’Arte presso l’Accademia di Brera di Milano e curatrice di oltre duecento mostre nazionali e internazionali dedicate a maestri del Novecento, delle avanguardie e d’arte moderna e contemporanea.

A presentare il volume, oltre all’artista e alla curatrice, anche la storica dell’arte bustocca Sara Rizzo, alla presenza della vicesindaco e assessore alla Cultura Manuela Maffioli e della presidente della consulta di ‘Uno spazio per l’arte’, Serena Colombo.

Per l’accesso al museo è obbligatorio il possesso del Green Pass e indossare la mascherina per tutta la permanenza nelle sale, oltre al rispetto di eventuali ulteriori indicazioni che saranno fornite dal personale di custodia.

La mostra “Se questo vale” rimarrà in calendario fino a domenica 5 dicembre, con ingresso libero e gratuito, nei seguenti orari di apertura del museo: martedì, mercoledì e giovedì dalle ore 14:30 alle 18:00; venerdì dalle 9:00 alle 13:00 e dalle 14:30 alle 18:00; sabato dalle 14:30 alle 18:30; domenica dalle 15:00 alle 18:30.

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore