/ Sport

Sport | 30 novembre 2021, 16:09

Arti marziali, Trofeo Città di Busto Arsizio: edizione numero 30

In campo, al Palaferrini, giovani agonisti dai 15 ai 21 anni. Gare di Kata individuale e di Kumite. Grazie alla polisportiva Bu Do Kan

Gli atleti che hanno rappresentato la Lombardia al Trofeo Città di Busto Arsizio

Gli atleti che hanno rappresentato la Lombardia al Trofeo Città di Busto Arsizio

Prima gara di karate dopo il lungo lockdown : al Palaferrini, la Polisportiva  Bu Do Kan del maestro Gazich ha “lanciato il sasso nello stagno” per muovere di nuovo le acque dopo una lunga pausa forzata dell’attività agonistica.   Il trentesimo trofeo Città Busto Arsizio ha messo a confronto sul tatami le rappresentative regionali giovanili di Lombardia, Piemonte, Veneto. Agonisti dai 15 ai 21 anni si sono misurati in una gara di Kata individuale maschile e femminile e di Kumite a squadre miste. Atleti selezionati tra i migliori delle tre regioni protagoniste, accompagnati dai responsabili regionali dei centri di specializzazione agonisti karate della Fikta.

Grande – comunica Bu Do Kan - l’entusiasmo dei ragazzi e straordinario il loro impegno: a detta di tutti i tecnici e delle autorità presenti, é stata una gara di altissimo livello. Tra i protagonisti, anche atleti della nazionale giovanile di Kata e Kumite della Fikta, che hanno dato vita a un confronto esemplare per correttezza, la serietà, il rispetto sportivo e, naturalmente, la maestria tecnica.

Nonostante le forzate sospensioni delle attività sportive in presenza, nel mondo del karate si é continuato a lavorare in ogni modo. Prima on-line, poi in presenza all’aperto, infine nuovamente in palestra con tutte le limitazioni imposte dalla situazione emergenziale. Tenere lo spirito alto, essere sempre pronti, mai mollare, secondo il principio della stando al quale “il karate si pratica tutta la vita”.  

Si é aggiudicata il trofeo la rappresentativa regionale della Lombardia, davanti a quelle del Piemonte e del Veneto. La manifestazione ha avuto il patrocinio e il sostegno dell’Amministrazione comunale di Busto Arsizio. Intervento dell’assessore allo Sport, Maurizio Artusa. Ha ricordato che la ripresa va nella direzione dell’intensificazione dell’impegno per fare di Busto la “Città europea dello Sport” nel 2023. Cinzia Ghisellini, comunica ancora Bu Do Kan, in rappresentanza di Panathlon La Malpensa e Fabrizio Ranisi in rappresentanza dell’Assb hanno portato alla manifestazione il saluto del mondo dello sport internazionale e bustese. Organizzazione a cura del maestro Giorgio Gazich, coadiuvato dal presidente, Marco  Colombo, dalla dirigenza del Bu Do Kan e dallo Staff Tecnico.

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore