/ Busto Arsizio

Busto Arsizio | 02 dicembre 2021, 13:25

Solo metà richieste per lo sconto Tari: «Necessario rivedere i criteri»

Maurizio Maggioni, capogruppo del Pd, a Busto interviene sul caso che ha fatto discutere in consiglio: «Stiamo valutando proposte con le altre forze di minoranza, la proroga non basta»

Maurizio Maggioni

Maurizio Maggioni

«Il Comune  di Busto Arsizio è riuscito a distribuire solo molto parzialmente il contributo di 769.044,88  euro ricevuto dal fondo nazionale Tari  e destinato alle utenze non domestiche colpite dalle chiusure obbligatorie a seguito della pandemia. Alla scadenza, ora prorogata, risulta distribuito meno della metà del contributo ricevuto dallo Stato». Dalla notizia, analizzata anche in consiglio, il commento di Maurizio Maggioni, capogruppo del Pd: «Il Comune ha applicato procedure e criteri troppo restrittivi, non previsti dalla Legge che ha stanziato il fondo.Concretamente il criterio applicato dal Comune assegna le agevolazioni per le utenze Tari non  domestiche a chi ha registrato un ammontare medio mensile del fatturato del 2020 inferiore a quello del 2019  dichiarandolo con apposita domanda».

E spiega: «In realtà questo criterio  è stato imposto dalla precedente legge riguardante i ristori e non dalla legge riguardante le agevolazioni Tari, che si limita a destinarlo alle “categorie economiche  interessate   dalle   chiusure   obbligatorie   o   dalle restrizioni nell'esercizio delle rispettive attività”. In altri Comuni il fondo è stato distribuito con procedure automatiche individuando le categorie economiche coinvolte dagli obblighi di chiusura».

Che fare? «Dato l’esiguo numero delle domande pervenute è indispensabile la proroga dei termini votata martedì scorso dal consiglio Comunale ma è al tempo stesso necessario,  seppure in tempi stretti, rivedere i criteri di assegnazione  e cercare di usufruire dell’intero ammontare del contributo statale a favore delle utenze bustesi. l gruppo del Partito Democratico, che ha fatto emergere il problema insieme con la lista Progetto in Comune  - conclude - sta valutando con la lista Farioli con Busto al Centro proposte che permettano alla Giunta ed al Consiglio  di andare oltre la delibera di semplice proroga e  di stabilire criteri e modalità più semplici».

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore