/ Politica

Politica | 02 dicembre 2021, 13:02

Elezioni provinciali, Lombardia Ideale candida il sindaco di Viggiù

Emanuela Quintiglio sarà la rappresentate del movimento all'interno della lista della Lega: «Porterà esperienza e capacità, per aiutare gli amministratori del territorio»

Il sindaco di Viggiù Emanuela Quintiglio

Il sindaco di Viggiù Emanuela Quintiglio

«Emanuela Quintiglio, sindaco di Viggiù, è la nostra candidata alle elezioni per il Consiglio Provinciale del 18 dicembre. Avvocato, 45 anni, Emanuela, che si presenta nella lista della Lega, è il profilo migliore per il nostro modo di intendere la politica e l’attività amministrativa».

Lo dichiara in una nota il Coordinamento Provinciale di Varese di Lombardia Ideale. 

«La candidatura del sindaco Quintiglio – spiega la nota – nasce su richiesta di amministratori del territorio che si riconoscono nelle capacità di Emanuela, primo cittadino donna che ha affrontato in maniera ottima, con sensibilità e intelligenza, l'emergenza Covid quando Viggiù è diventata "zona rossa" a causa della variante Delta». 

«L’esperienza amministrativa di Emanuela, già assessore prima di diventare sindaco – aggiunge Lombardia Ideale – fa sì che sia ben voluta e apprezzata da quanti operano sul territorio. Sarà fondamentale per i Comuni, di piccole, medie e più grandi dimensioni, avere un interlocutore in Provincia per evitare di perdere le opportunità legate ai fondi del PNRR ed agli investimenti che lo Stato ha previsto sui nostri territori».

«Lombardia Ideale – sottolinea la nota – sostiene con convinzione il sindaco Quintiglio e molti amministratori civici stanno convergendo sul suo nome. Esperienza, disponibilità, competenza ne fanno un candidato autorevole che esprime idee tipiche del centrodestra, ma anche votate al pragmatismo, cui è abituata da rappresentante di tutti i cittadini e degli amministratori della sua comunità, caratteristica questa che è propria del nostro agire politico». 

«Emanuela Quintiglio – conclude il movimento – sarà una risorsa fondamentale per superare le difficoltà che tradizionalmente incontrano gli amministratori nei rapporti con gli uffici competenti se non c'è un interlocutore politico che metta in contatto Enti locali, Provincia e Regione. Una scelta, insomma, pensata per il bene del nostro territorio».

 

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore