/ Calcio

Calcio | 04 dicembre 2021, 17:55

SPOGLIATOI. Avversaria più forte? Non solo. E Fietta invita: «Niente panico»

Lucida l'analisi del tigrotto che rileva anche: «Ho avuto l'impressione che i marcatori della FeralpiSalò fossero un po' troppo liberi. Ma fino allo 0-2 abbiamo dato l'impressione di potergli fare male». L'allenatore Luca Prina: «Fatto quello che potevamo e dovevamo, stiamo lucidi»

Giovanni Fietta e Luca Prina dopo la partita

Giovanni Fietta e Luca Prina dopo la partita

Lucida l'analisi di Giovanni Fietta, che si conferma un riferimento per i tigrotti con la sua serietà e zero concessione agli alibi. Partendo prima di tutto da ciò che non si doveva fare e da come invece impostare le prossime tappe per conquistare la salvezza.

Dal canto suo, dopo la sconfitta contro la FeralpiSalò mister Luca Prina comincia dall'avversario: «Abbiamo trovato una squadra forte, lo sapevamo, siamo stati dentro la partita fino a quando non è arrivato il secondo gol. Abbiamo fatto quello che potevamo e dovevamo fare, sono convinto che questa è la strada da intraprendere, percorrere e continuare, perché non tutti gli avversari avranno la forza della FeralpiSalò. Chiaro che c'è il rammarico». Poi l'invito: «Stiamo lucidi, non perdiamo la strada, il campionato è lungo e difficile».

Di fronte alle prossime due partite, Mantova e Pergolettese: «Importantissime, partite equilibrate, che valgono doppio. Non dobbiamo abbatterci, né perdere fiducia e autostima, abbassare la testa. Dispiace molto, ma da allenatore devo avere le idee chiare».

Giovanni Fietta, regista della squadra oggi, ribadisce la forza dell'avversaria, nel tris delle favorite, ma subito rivolge lo sguardo su se stessi: «Purtroppo a mio avviso nei gol potevamo meglio. Riguarderemo, ma si è avuta l'impressione che gli uomini che hanno calciato fossero troppo liberi. Certo, se avessimo trovato un gol sarebbe stato diverso, fino allo 0-2 davamo 'impressione che potevamo fargli male. Poi è subentrata anche un po' di stanchezza, siamo calati negli ultimi 15 minuti».

Fa male, però, essere nella seconda parte della classifica: «È un gruppo che non è abituato a lottare per salvarsi, anche se quello era l'obiettivo sempre negli anni passati. Ma non dobbiamo farci prendere dal panico. Cerchiamo di migliorarci, non c'è una ricetta, solo il lavoro settimanale. Comunque siamo una squadra con i valori, solo che quello che abbiamo fatto fino adesso non basta, dobbiamo tirare fuori di più, magari negli allenamenti, non lo so, andare a cercare anche di raschiare il barile».

 

Ma. Lu.


Vuoi rimanere informato sulla Pro Patria e dire la tua?
Iscriviti al nostro servizio gratuito! Ecco come fare:
- aggiungere alla lista di contatti WhatsApp il numero 0039 347 2914992
- inviare un messaggio con il testo PRO PATRIA
- la doppia spunta conferma la ricezione della richiesta.
I messaggi saranno inviati in modalità broadcast, quindi nessun iscritto potrà vedere i contatti altrui, il vostro anonimato è garantito rispetto a chiunque altro.
VareseNoi.it li utilizzerà solo per le finalità di questo servizio e non li condividerà con nessun altro.
Per disattivare il servizio, basta inviare in qualunque momento un messaggio WhatsApp con testo STOP PRO PATRIA sempre al numero 0039 347 2914992.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore