/ Sport

Sport | 10 gennaio 2022, 08:43

Basket, serie B: Legnano decimata a testa alta contro la capolista

I ragazzi di coach Eliantonio, assente come altri tre cavalieri, vendono cara la pelle contro San Miniato. Partita sempre in equilibrio, decisa nel finale per la stanchezza e la poca lucidità che si fanno sentire in casa Legnano, con rotazioni limitatissime

Basket, serie B: Legnano decimata a testa alta contro la capolista

Una Legnano decimata dalle assenze (out 3 giocatori e coach Eliantonio), vende cara la pelle sul campo della capolista San Miniato sotto nel punteggio per oltre 25 minuti.

La partita si apre subito bene per la 3G che rimane attaccata alla gara passando dall’ 8-8 al 13-13 in un quarto decisamente equilibrato.
Legnano regge in difesa contro la fisicità di San Miniato e, prima con Casini e poi con Cepic della lunetta chiude in vantaggio il primo quarto sul 15-17 dopo i punti di Tozzi per i padroni di casa.

Anche nel secondo quarto l’equilibrio è la costante della gara e anche quando Lorenzetti mette il +5 del 31-26, non sembra che San Miniato possa prendere il largo.
Terenzi riavvicina Legnano e sul secondo strappo di Lorenzetti del 35-29, Casini e Terenzi segnano 6 punti in due possessi che riportano il punteggio in parità.
Il tiro da 3 ritorna in casa Knights con Leardini ed è quello che fissa il 39-40 dell’intervallo.

Il secondo tempo si apre alla grande per la 3G Electronics con il gioco da 4 punti di Casini, che segna successivamente anche la tripla del 41-49 che con quella di Cepic del 41-52 regala il massimo vantaggio a Legnano dopo 24’ di gioco.
San Miniato però reagisce con un contro break di 10-0 con il tabellone che si riaggiorna sul 51-52, fino poi al 58-61 del 30’, con la tripla di Mastrangelo a dimezzare un nuovo vantaggio dei Knights.

Legnano segna subito con Terenzi per il +6, poi con Marino il +8, ma ancora Tozzi tiene in gara la Etrusca con la tripla del -5.
I minuti passano ma ora la stanchezza e le scarse rotazioni dei Knights si fanno sentire.
Tozzi è una sentenza ma l’uomo della provvidenza è Candotto che segna gli ultimi 8 punti dei suoi, compresa la tripla che risulterà decisiva al suono dell’ultima sirena.

Legnano che esce a testa alta dal big match della 14esima giornata nonostante la sconfitta, ma con un po' di amaro in bocca, per alcuni errori negli ultimi minuti che potevano indirizzare la gara diversamente. Con il rientro degli assenti e qualche novità dal mercato è probabile che nelle prossime settimane si veda una Legnano diversa.

LA PATRIE SAN MINIATO - 3G ELECTRONICS LEGNANO 74-71 (15-17, 24-23, 19-21, 16-10)
La Patrie San Miniato: Giulio Candotto 20 (4/8, 3/8), Nicola Mastrangelo 18 (3/6, 3/7), Antonio Lorenzetti 14 (7/12, 0/0), Luca Tozzi 14 (4/10, 2/3), Renato Quartuccio 3 (0/1, 1/5), Stefano Capozio 3 (1/1, 0/0), Edoardo Caversazio 2 (1/5, 0/1), Lorenzo Bellachioma 0 (0/0, 0/2), Marco Ermelani 0 (0/0, 0/0), Giosue Tamburini 0 (0/0, 0/0), V.J. Alberto Benites 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 7 / 10 - Rimbalzi: 36 8 + 28 (Nicola Mastrangelo, Renato Quartuccio 7) - Assist: 10 (Renato Quartuccio 4)

3G Electronics Legnano: Tommaso Marino 21 (4/6, 2/13), Juan Marcos Casini 17 (2/2, 4/7), Giacomo Leardini 13 (2/4, 2/4), Diego Terenzi 12 (3/8, 2/4), Janko Cepic 8 (1/10, 1/3), Leonardo Ferrario 0 (0/0, 0/0), Paolo Pisoni 0 (0/1, 0/0), Matteo Bassani 0 (0/0, 0/0), Alessandro Ferrario 0 (0/0, 0/0), Marco Dell'acqua 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 14 / 16 - Rimbalzi: 33 5 + 28 (Janko Cepic 13) - Assist: 3 (Tommaso Marino 2).

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore