/ Valle Olona

Valle Olona | 10 gennaio 2022, 11:17

Fagnano, il Partito democratico pronto a lasciare “Solidarietà e progresso”

Il benservito a Carlesso nella nota del segretario Massimo Canavesi: «Dimissioni del capogruppo, altrimenti usciamo dalla coalizione». Sbatte la porta il Pd, pronto a cambiare casacca in caso di sostegno della lista al leader in discussione

Fagnano, il Partito democratico pronto a lasciare “Solidarietà e progresso”

O noi, o lui. Non ci sono mezze misure nella nota del Partito democratico di Fagnano Olona, a firma del segretario Massimo Canavesi. Il “lui” è riferito a Paolo Carlesso, capogruppo in consiglio comunale della lista “Solidarietà e Progresso”, coalizione sostenuta dal Pd nell'ultima tornata elettorale. Sì, ma ancora per quanto? Le parole dei democratici fagnanesi sono chiare e non lasciano spazio a fraintendimenti, dopo la lite per strada che ha coinvolto lo stesso capogruppo di “Solidarietà e Progresso” - ora dimissionario - e il referente della cooperativa “Massimo Carletti”, Fabio Fantinati, sui lavori in corso d'opera al campo sportivo “Galfrascoli”.

«Comportamento discutibile, che ha compromesso il lavoro» le parole taglienti dei democratici, che non accetteranno passi indietro e ripensamenti del capogruppo dimissionario. Insomma, il Pd – che dall'ultima tornata elettorale non ha ottenuto nemmeno un consigliere comunale eletto – chiede la “testa” di Paolo Carlesso per incominciare un nuovo percorso all'interno della coalizione di centrosinistra. Altrimenti è pronto a lasciare, sbattendo pure la porta - come fa intendere l'ultimo comunicato stampa («Già in fase di formazione della lista avevamo posto delle attenzioni su alcune esternazioni») – e a cambiare nuovamente casacca dopo la riunione programmata il 14 gennaio.

LA NOTA

La segreteria del Pd di Fagnano Olona esprime tutta la sua preoccupazione per la situazione che si è creata nella lista Solidarietà e Progresso”, dopo gli eventi incresciosi che hanno coinvolto un cittadino fagnanese e il consigliere Carlesso, nei pressi del Monumento ai Caduti. Qualsiasi atto di intemperanza fisica o verbale non può essere ignorato ma deve essere sempre condannato.

Purtroppo chi è stato coinvolto è il nostro capogruppo, ma se pur dispiaciuti non possiamo ignorare ciò che è avvenuto. Il nostro rappresentante, ora dimissionario, ha avuto anche altre volte atteggiamenti poco consoni al ruolo istituzionale ricoperto con persone ed anche nei consigli comunali, per non parlare del comportamento altamente discutibile e a tratti offensivo nei confronti del segretario del Pd.

Alla riunione di lista in programma per il giorno 14, saranno discusse e votate le sue dimissioni. La motivazione non è stata ancora ufficializzata, ma presumiamo sia la conseguenza naturale in seguito al fattaccio. Per questo motivo siamo qui, nostro malgrado, a comunicare che le accetteremo; resta inteso che noi saremo costretti ad uscire dalla coalizione in caso Carlesso sia confermato al suo posto. Rimarchiamo comunque che saremo invece una grande forza collaborativa con incarichi coinvolgenti nel caso in cui chi sarà il nuovo leader della lista, tenga nella giusta considerazione una grande forza come il Partito Democratico.

I “SALUTI” A CARLESSO

Ringraziamo Paolo Carlesso per il lavoro svolto fin qui e al quale riconosciamo il grosso impegno tecnico. Il suo comportamento discutibile, su cui già in fase di formazione della lista avevamo posto delle attenzioni proprio in merito alle affermazioni dell'allora esponente di Fagnano Bene Comune, Simonelli, ha però compromesso tutto il buon lavoro che ci eravamo prefissi, rendendo necessario il ricambio. Pensiamo e speriamo che sia stata la propria integrità morale che lo abbia spinto a questa saggia decisione e che, se ha a cuore il bene della lista, dovrebbe essere irrevocabile.

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore