/ Valle Olona

Valle Olona | 13 gennaio 2022, 13:09

Il Pd di Fagnano non torna indietro: «Dimissioni di Carlesso o ce ne andiamo»

Le puntualizzazioni del segretario Massimo Canavesi e del direttivo del partito alla vigilia dell’incontro in cui verranno discusse le dimissioni del capogruppo di Solidarietà e Progresso

Il Pd di Fagnano non torna indietro: «Dimissioni di Carlesso o ce ne andiamo»

Continua a tenere banco a Fagnano Olona la lite di inizio gennaio che ha visto protagonisti Paolo Carlesso, capogruppo consiliare di Solidarietà e Progresso, e Fabio Fantinati, referente della cooperativa Massimo Carletti e padre dell’assessore allo sport Jacopo Fantinati (leggi qui).
Nella riunione di lista convocata per domani, venerdì 14 gennaio, verranno votate le dimissioni di Carlesso. Il Partito Democratico ha già fatto sapere attraverso una nota di attendersi che il passo indietro sia reale. Altrimenti, i dem saranno «costretti a uscire dalla coalizione» di Solidarietà e Progresso (leggi qui).

Alla vigilia dell’incontro decisivo, il partito conferma la propria posizione. Con alcune puntualizzazioni: «Le dimissioni non le ha chieste il Pd – precisa il segretario Massimo Canavesi, affiancato ai componenti del direttivo – ma un’altra forza politica della coalizione, Azione. Noi ci siamo ritrovati in questa situazione e abbiamo preso le distanze da qualsiasi fatto possa essere accaduto, perché il capogruppo della coalizione di centrosinistra non può essere accusato di queste azioni».

Ora il Pd è «alla finestra»: «Se Carlesso si dimetterà – ribadisce il segretario – rimarremo nella coalizione. Se rimarrà al suo posto, non potremo fare altro che andarcene».
«Ci dispiace – aggiunge Canavesi – perché Paolo dal punto di vista tecnico è una persona fenomenale, è bravissimo». Ci sono però anche «aspetti caratteriali» e dopo quanto accaduto «non possiamo fare finta di niente».

Ora si potrebbe porre il problema della leadership: «Dovrà esprimerla il gruppo». Di certo, «Una forza come il Pd deve essere considerata. La priorità è definire ruoli e compiti degli aderenti al progetto», osserva Canavesi, assicurando che non in corso tentativi di riavvicinamento con Siamo Fagnano e che «non siamo pentiti di essercene andati».

Sul caso è intervenuta anche Fagnano Tricolore. Pur distante politicamente, il gruppo rappresentato in Consiglio comunale da Piera Stevenazzi si è “schierato” con Carlesso: «Troviamo ingiusto e fa specie vederlo scaricare in questo modo. È bravo, motivo per cui non dovrebbe dimettersi» (leggi qui).
«Un intervento che non ho capito – replica Canavesi. Forse non conoscono bene la situazione. Ne ho chiesto le motivazioni, ma non ho ricevuto risposta».

R.C.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore