/ Cronaca

Cronaca | 14 gennaio 2022, 15:39

Marijuana in casa, percosse e minacce: nei guai consigliere comunale in Valcuvia

Dopo alcuni mesi di indagini i carabinieri di Luino sono risaliti all’uomo che, con il fratello, ha aggredito un 30enne per questioni legate allo spaccio nei boschi

Marijuana in casa, percosse e minacce: nei guai consigliere comunale in Valcuvia

Marjuana a casa di un consigliere comunale schierato nella lotta allo spaccio di stupefacenti in Valcuvia. Tutto era partito nel mese di ottobre scorso a seguito di una denuncia presentata da un ragazzo poco più che trentenne, che camminando a piedi per una strada secondaria della Valcuvia, era stato avvicinato da un uomo che si era offerto di dargli un passaggio per accompagnarlo a casa.

Invece di accompagnarlo dove richiesto, l’uomo l’aveva condotto nella propria abitazione dove ad attenderlo c'era suo fratello assieme al quale, brandendo un’ascia, lo hanno minacciato e percosso intimandogli di non tornare più nel bosco in cerca di spacciatori. Il ragazzo infatti aveva ammesso di assumere sostanze stupefacenti ma, spaventato dell’accaduto, e dopo aver acquistato la libertà da quella situazione, ne aveva parlato con alcuni amici che lo hanno convinto di rivolgersi ai carabinieri e sporgere denuncia.

Le indagini avviate dai carabinieri del Nucleo Operativo di Luino hanno ben presto consentito di individuare gli autori dell’aggressione. Si tratta infatti di due fratelli, uno dei quali consigliere in un comune del territorio, da sempre apertamente schierato contro il fenomeno dello spaccio di stupefacenti nei boschi delle valli.

Con la perquisizione locale che i miliari hanno condotto nell’abitazione degli aggressori, oltre a sequestrare l’ascia usata per compiere le minacce al malcapitato, con sorpresa, i carabinieri hanno potuto anche sequestrare 30 grammi di marijuana che l’uomo teneva per sé dentro casa e per uso personale.

Per questo motivo gli è stata contestata la violazione della normativa che punisce amministrativamente chi detiene in modo illecito stupefacente per uso personale. Entrambi i fratelli sono stati denunciati per violenza privata, percosse e minacce contro il 30enne.

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore