/ Busto Arsizio

Busto Arsizio | 16 gennaio 2022, 07:00

Un corso gratuito di greco antico per rispolverare la lingua di Omero

Il liceo classico Crespi di Busto offre un corso di venti ore a principianti, studenti, genitori e a tutti gli interessati che non hanno esperienza con la lingua greca

Il professor Davide Ferrè

Il professor Davide Ferrè

È proprio vero che la lingua di Omero, Saffo e Aristotele è ormai tramontata? Sembra proprio di no, considerato l’interesse di una ventina di bustocchi (e non solo) che non si sono lasciati sfuggire l’occasione di accostarsi al greco, quello di oltre duemila anni fa.

Dunque non si sono lasciati catturare dalle ormai stranote lezioni d’inglese o spagnolo, ma hanno accolto la sfida lanciata dal liceo classico Crespi che ha aperto le iscrizioni a un corso, alquanto singolare: greco antico. Destinatari: principianti, studenti, genitori ed esterni.

Subito alla mail dell’istituto di via Carducci è pervenuta una ventina di nomi, una decina di studenti e l’altra metà genitori, tutti motivati a rispolverare le caratteristiche di una lingua che ha tanto da spartire con la nostra. Gli iscritti non si aspettano solo di imparare l’aspetto etimologico del lessico, ma giungeranno a tu per tu con l’alfabeto, la lettura, gli accenti, la formazione delle parole, la coniugazione di verbi, declinazioni e, non ultima, la traduzione di frasi.

Insomma i neofiti potranno apprendere l’abc dell’idioma di Socrate e Pitagora, una lingua che non solo spinge a ragionare e a riflettere, ma che è fondamentale per capire qualcosa di più profondo di noi, della nostra cultura.

Chi sono i venti temerari che vogliono scoprire i segreti della lingua classica? «Si annoverano alcuni ragazzi di terza media che l’anno prossimo affronteranno il nostro liceo e intendono incominciare a familiarizzare un po’ con la lingua – spiega il docente referente del dipartimento di lingue classiche Davide Ferrè – Interessante il fatto che si sono iscritte due coppie genitore più figlio, una sorta di cenacolo letterario. Poi altri studenti che frequentano il nostro liceo, ma all’indirizzo linguistico o di scienze umane, e una neo-laureata in lettere moderne, ben intenzionata a completare il percorso umanistico.

Tra gli adulti si segnalano persone che hanno alle spalle o un percorso di ex classiciste con la volontà di riattivare i ricordi liceali o un percorso di studi di carattere economico, tecnico, medico, artistico, ma con un forte desiderio di avvicinarsi al mondo classico per scoprire le radici della nostra cultura.
Insomma prima o poi nelle persone che hanno affrontato uno studio tecnico-scientifico è insito il desiderio di esplorare il lato umanistico, anche a livello dilettantistico».

Dunque la forza della classicità l’abbiamo nel sangue e il liceo Crespi si offre a dare una mano per tirare fuori questo bisogno. «Gli obiettivi? Accostare al mondo classico, diffondere e promuovere la conoscenza del mondo antico, che sta nelle nostre radici – prosegue il prof – Anche lo scorso anno avevamo organizzato un corso di greco biblico e tre anni fa di latino, sempre accolto con successo».

Venti le ore totali del corso, rigorosamente in presenza e alla sera: s’incomincia mercoledì 26 gennaio e si prosegue il 2, 9, 16 e 23 febbraio, ancora il 2, 9, 16, 23 e 30 ma del mese di marzo e in aprile il 6, il 20 e il 27, dalle 18 alle 19.30, tranne l’ultima lezione che si protrae fino alle 20. Docente del corso, il prof Michele Trapani. Il corso è gratuito.

Laura Vignati

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore