/ Valle Olona

Valle Olona | 17 gennaio 2022, 12:03

Fagnano, Carlesso incassa la fiducia e resta capogruppo di “Solidarietà e Progresso”. Pd lascia

C'è chi ottiene fiducia e rinnovata stima per l'operato. E chi lascia, come annunciato ma non senza “colpi di scena”, d'abitudine nella politica fagnanese. Gli esiti della riunione “plenaria” del centrosinistra locale

Paolo Carlesso ancora capogruppo di Solidarietà e Progresso a Fagnano Olona

Paolo Carlesso ancora capogruppo di Solidarietà e Progresso a Fagnano Olona

C'è chi ottiene fiducia e rinnovata stima per l'operato. E chi lascia, come annunciato ma non senza “colpi di scena”, d'abitudine nella politica fagnanese.

Il primo è Paolo Carlesso, capogruppo in consiglio comunale della coalizione di centrosinistra e capolista di “Solidarietà e Progresso”, che esce rafforzato dal “processo” dopo la lite pubblica con un esponente vicino alla maggioranza e la richiesta di dimissioni giunta da componenti interne alla lista. La riunione di venerdì sera ha sortito l'esito preventivato, rafforzando ulteriormente la fiducia del gruppo verso Carlesso.

«La riunione plenaria richiesta dal Pd e da Azione dopo lo scambio di vedute tra Fabio Fantinati e Carlesso, e che aveva lo scopo di regolare i conti all'interno di “Solidarietà e Progresso”, si è rivelata un vero e proprio plebiscito verso il lavoro svolto da quest'ultimo nell'assise comunale.

Pressoché unanime la votazione, che ha visto su 15 aventi diritto al voto 11 voti favorevoli alla fiducia, 2 astensioni e 2 contrari» cita la nota di “Solidarietà e Progresso”, che fa la cronaca della serata.

Chi lascia è il Partito democratico, rimasto isolato e con il cerino in mano. Soprattutto il segretario Massimo Canavesi. «Disarticolato il voto del Pd, che si è espresso in maniera difforme, con il segretario Canavesi che è uscito dal gruppo, prima del voto, e con 1 voto favorevole alla fiducia, 1 astenuto e 1 contrario. Nonostante le divergenze interne - prosegue il comunicato che mantiene socchiusa la porta ai “dem” fagnanesi - il risultato ha comunque portato all'uscita degli esponenti del Partito democratico dalla coalizione, come da loro preannunciato. Carlesso, comunque, ha lasciato le porte aperte al ritorno nella coalizione dei Democratici, ma solo con una nuova segreteria con cui poter interloquire».

Il punto. «Politicamente, delle sei compagini interne alla coalizione, Carlesso conta in questo momento sul sostegno dei civici di Fagnano Bene Comune, sul Movimento 5 Stelle, sui Verdi e sul partito della Rifondazione Comunista.

L'astensione di Azione e il voto difforme del Pd saranno comunque materia di mediazione nei prossimi giorni. Si chiude così, dopo settimane, una vicenda che aveva poco di politico e tanto di personale» la postilla del comunicato di “Solidarietà e Progresso”. Con Azione, la prima a chiedere le dimissioni di Carlesso, che fa sapere tramite i portavoce Davide Bevilacqua e Igor Zanella, di essere «altamente soddisfatta della riunione. Consideriamo, altresì, un errore quello del Partito democratico di lasciare la lista “Solidarietà e Progresso” che era, è e rimarrà la casa e il punto di riferimento del centro-sinistra di Fagnano Olona e nella quale Azione non ha mai messo in discussione la propria presenza.

Ci auguriamo che possa quanto prima ripartire il dialogo e il confronto tra la lista civica e la sezione locale dei democratici. Cogliamo l'occasione per augurare un buon lavoro ai nostri rappresentanti in consiglio comunale e a tutto il gruppo di “Solidarietà e Progresso”».

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore