/ Valle Olona

Valle Olona | 17 gennaio 2022, 18:36

Servizio civile a Castellanza, bando ancora aperto: «Importante esperienza formativa»

Tre le aree dei progetti con protagonisti i giovani che presteranno servizio presso il Comune. È possibile aderire fino alle ore 14 del 26 gennaio. Il sindaco Cerini: «Riscontri sempre positivi»

Servizio civile a Castellanza, bando ancora aperto: «Importante esperienza formativa»

C’è ancora tempo per presentare la domanda per partecipare al bando del Servizio Civile a Castellanza che, come spiega il sindaco Mirella Cerini, è «un’importante esperienza formativa che, negli scorsi anni, ha sempre dato ottimi risultati».

Il termine per presentare le proprie adesioni è il 26 gennaio e sono tre le aree all’interno delle quali saranno inseriti i progetti che vedranno protagonisti i giovani che presteranno servizio presso il comune di Castellanza.

Delle sei posizioni aperte, infatti, tre sono relative al progetto “Quanti passi devo fare? La cultura in Provincia di Varese”, che prevede che i volontari si occupino della gestione dei servizi bibliotecari (front-office e back office, con particolare attenzione alle competenze informatiche e social media), di interventi di promozione della lettura e della costituzione e gestione di un archivio fotografico di storia locale in collaborazione con l’Archivio Fotografico Italiano.

Un volontario, poi, sarà inserito nel mondo dell’educazione grazie al progetto “Ritorno ai banchi di scuola”, all’interno del quale supporterà i servizi di pre e post scuola, la facilitazione linguistica per i minori stranieri e farà interventi di promozione della pratica sportiva all’interno degli istituti.

Le ultime due posizioni aperte riguardano invece il mondo dell’assistenza grazia al progetto “Reti di prossimità per l’inclusione nelle Province di Como, Lecco e Varese”.

In questo caso un volontario si dedicherà al servizio di assistenza ad anziani e disabili (attività di trasporto, compagnia presso il domicilio, disbrigo piccole commissioni, affiancamento in attività ricreative del territorio, monitoraggio degli utenti in carico ai servizi sociali), mentre il secondo sarà stanziato presso il servizio di assistenza ai minori in cui svolgerà attività di supporto didattico e ludico e attività ricreative presso i plessi scolastici (dal nido alla scuola dell’infanzia fino, eventualmente, alla scuola secondaria di primo grado).

«Si tratta – spiega il sindaco Mirella Cerini – di una grande opportunità per i nostri giovani che, attraverso l’adesione al servizio civile, possono svolgere un prezioso servizio di volontariato dedicato ai propri concittadini acquisendo al contempo competenze certificate preziose per la loro formazione».

Il servizio civile, infatti, rappresenta un’importante risorsa per i ragazzi tra i 18 e i 28 anni che, aderendovi, possono partecipare a una serie di progetti che permetteranno loro di integrare la propria formazione inserendo a curriculum le attività svolte.

«Non si deve dimenticare – conclude la prima cittadina castellanzese – che si tratta di un’attività di volontariato con un numero di ore stabilito, che si svolge in collaborazione con Anci e le amministrazioni comunali e che prevede anche una retribuzione ben definita.

Questo non è il primo anno in cui aderiamo al servizio civile, e fino ad oggi abbiamo sempre avuto riscontri molto positivi dai ragazzi e dalle ragazze che hanno svolto attività presso il nostro comune, che ci hanno spiegato di aver acquisito utili e preziose competenze lavorando in un ambiente piacevole e produttivo».

La domanda di partecipazione dovrà essere presentata attraverso la piattaforma Domande on Line all’indirizzo https://domandaonline.serviziocivile.it entro e non oltre le ore 14 del prossimo 26 gennaio.

Loretta Girola

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore