/ Busto Arsizio

Busto Arsizio | 18 gennaio 2022, 18:00

Tallarida “tifa” Berlusconi per il Quirinale: «È la persona giusta»

Il “cuore” contro i numeri. L’auspicio del capogruppo consiliare e commissario cittadino di Forza Italia a Busto è che il Cavaliere possa diventare il prossimo presidente della Repubblica. D’altra parte, Tallarida è stato promotore e presidente in città del Club Forza Silvio. La partita però è molto complicata: «I numeri sono numeri, non sarà facile», ammette

Tallarida “tifa” Berlusconi per il Quirinale: «È la persona giusta»

Il nome giusto per il Quirinale? Silvio Berlusconi, naturalmente. Non ha dubbi Orazio Tallarida, commissario cittadino a Busto Arsizio e capogruppo consiliare di Forza Italia.
D’altra parte, oltre a essere un forzista della prima ora, Tallarida è stato promotore e presidente in città del Club Forza Silvio, circolo che riunisce i sostenitori del Cavaliere.

La partita è oggettivamente complessa perché, sebbene Berlusconi venga presentato come il candidato del centrodestra per il Colle, è noto che la coalizione da sola non ha i numeri per raggiungere il "quorum".
La ricerca di grandi elettori prosegue, le voci si ricorrono. Il leader della Lega Matteo Salvini sarebbe in grado di proporre un’opzione che, si lascia intendere, potrebbe accontentare molti. Il piano B, dove B non sta per Berlusconi.

Dal fronte del centrosinistra, la figura del Cavaliere non viene nemmeno presa in considerazione.
Ciò non sorprende, considerando che buona parte della Seconda Repubblica si è basata sul dissidio tra pro e anti-berlusconiani.
Tanto che anche Gigi Farioli, un altro forzista di lunghissimo corso – fino all’autosospensione dal partito dopo lo strappo in campagna elettorale – ha riconosciuto che mancano le condizioni per eleggere il leader azzurro (leggi qui).
«La mia stima e la mia riconoscenza nei suoi confronti – è l’opinione del due volte sindaco di Busto – mi fanno dire che oggi un’elezione non condivisa di Berlusconi potrebbe aprire uno scenario che sarebbe un male per lui stesso e per la politica».

Un nome divisivo e per questo da escludere, quindi? Non per Tallarida: «Per me è la persona giusta per la presidenza della Repubblica. Come imprenditore ha dimostrato le sue grandi capacità, e lo stesso ha fatto nella sua lunga esperienza di capo del governo», osserva il commissario forzista, sottolineando di non aver «mai tradito» in tutti questi anni il fondatore del partito.

Ma un conto sono gli auspici personali, un altro è la realtà. Insomma, Tallarida ci crede davvero? «In cuor mio ci spero. Ma i numeri sono numeri – ammette da politico navigato –. Non sarà facile».
Presto ne sapremo di più. Forse senza nemmeno attendere la prima “chiama” dei grandi elettori. 

R.C.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore