/ Valle Olona

Valle Olona | 18 gennaio 2022, 09:35

Castellanza rimanda la Fiera di San Giulio. Cerini: «Dispiaciuta ma presa decisione di responsabilità»

Nessuna “sfida” alla pandemia e nessun ottimismo fuori posto da parte dell’amministrazione comunale di Castellanza. Da qui la decisione di rimandare l'atteso e sempre molto partecipato appuntamento del 30 gennaio

Il sindaco di Castellanza, Mirella Cerini

Il sindaco di Castellanza, Mirella Cerini

Nessuna “sfida” alla pandemia e nessun ottimismo fuori posto da parte dell’amministrazione comunale di Castellanza. Da qui la decisione di rimandare la Fiera di San Giulio, inizialmente prevista per il 30 gennaio, ad un momento in cui la situazione sanitaria e dei contagi sia migliore di oggi. Per vivere appieno un'occasione molto sentita e sempre tanto partecipata, non soltanto dai castellanzesi.

LA NOTA DI PALAZZO BRAMBILLA

Il 30 gennaio era in programma la tradizionale “Fiera di San Giulio” che prevedeva la presenza di bancarelle lungo l’intero corso Matteotti, in viale Rimembranze, via Mons. Arrigoni e in un tratto di via Veneto. Per la sua effettuazione occorreva rispettare le misure di contrasto alla diffusione del contagio da Covid-19 attualmente vigenti per la “zona gialla”. Queste prevedono che l’accesso alle fiere, alle sagre, ai mercatini e simili sia subordinato al possesso, da parte del pubblico partecipante, della certificazione verde “rafforzata” (c.d. “super green pass”). Per la realizzazione della manifestazione con queste normative occorreva quindi l’impiego di un considerevole numero di addetti per tutta la durata della manifestazione, tenuto conto che l’accesso alle aree interessate dalla fiera poteva avvenire almeno da otto varchi e che, presso ognuno di questi, andava prevista la presenza di almeno due incaricati ai controlli dalle 7 alle 20. Inoltre, ai sensi delle disposizioni, era necessario pubblicare entro i dieci giorni antecedenti la data di svolgimento della fiera la graduatoria dei commercianti che hanno presentato domanda di partecipazione.

Viste e considerate tutte queste prescrizioni, la Giunta comunale di Castellanza si è riunita mercoledì scorso per prendere una decisione urgente in merito all’effettuazione della Fiera di San Giulio e del “mercatino dell’antiquariato e artigianato” in programma il 30 gennaio. Sono stati valutati attentamente tutti gli aspetti organizzativi e quelli legati alla salute e si è presa la decisione di “sospendere l’effettuazione della Fiera e il mercatino in programma e di rimandarne l’effettuazione ad una data in cui la situazione di emergenza epidemiologica ne consentano lo svolgimento, nel rispetto delle norme nazionali e regionali in materia”.

IL SINDACO CERINI: «DISPIACIUTA MA PRESA DECISIONE DI RESPONSABILITÀ»

«Sono molto dispiaciuta di questa decisione - ha dichiarato il sindaco Mirella Cerini -. Speravo proprio che quest’anno, dopo la cancellazione del 2021, la Fiera di San Giulio 2022 fosse il segnale della ripresa delle iniziative di incontro e socialità così importanti per una comunità. Non potevo però non considerare che l’afflusso di pubblico in gran numero, anche dalle città vicine, per partecipare alla Fiera di San Giulio avrebbe comportato un notevole rischio di diffusione del contagio, dovuto alle difficoltà a controllare l’osservanza delle misure di sicurezza sanitaria, il corretto distanziamento tra le persone, l’obbligo di indossare correttamente la mascherina e di igienizzare con frequenza le mani».

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore