/ Busto Arsizio

Busto Arsizio | 22 gennaio 2022, 18:46

L’unica Giöbia a bruciare sarà quella della Famiglia Bustocca

Giovedì l’unico fantoccio dato simbolicamente alle fiamme (senza pubblico ma in streaming) sarà quello dell’associazione che da settant’anni custodisce le tradizioni della città. Sarà un manufatto «tradizionale e casereccio»

L’unica Giöbia a bruciare sarà quella della Famiglia Bustocca

Sarà quella della Famiglia Bustocca l’unica Giöbia a bruciare giovedì sera. Un manufatto tradizionale realizzato dalla comunità Marco Riva.
A causa della pandemia, l’amministrazione ha deciso di rinunciare al tradizionale falò e al momento conviviale che in passato richiamava tantissimi cittadini con la degustazione del tipico risotto con la luganiga (leggi qui).

Il compromesso che consentirà di non abdicare del tutto alla tradizione tutelando però la salute pubblica prevede l’esposizione di un’unica Giöbia simbolica che verrà poi data alle fiamme senza pubblico.
E il fantoccio sarà appunto quello della Famiglia Bustocca, associazione che da settant’anni custodisce le tradizioni della città.

«Siamo onorati che il nostro fantoccio sia stato scelto per rappresentare la Giöbia vista la situazione particolare», afferma la Regiù Mariella Cozzi Toia. Anticipando che il manufatto che verrà bruciato «sarà molto tradizionale, casereccio, artigianale. Sarà legato alla situazione in cui ci troviamo, ma con uno sguardo ottimista al futuro. Solitamente, prima del Covid, ci rivolgevamo a un’associazione di Oleggio impegnata anche per il Carnevale. Quest’anno, invece, la Giöbia è stata realizzata dai ragazzi della “Marco Riva”».

Il fantoccio sarà esposto giovedì mattina in piazza Santa Maria. Alle 18 ci sarà il rogo alla sola presenza del sindaco Emanuele Antonelli e della giunta. La breve cerimonia sarà trasmessa in diretta streaming sulla pagina Facebook Città di Busto Arsizio.

R.C.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore