/ informazioneonline.it

informazioneonline.it | 23 gennaio 2022, 19:57

Mauro Miele infinito: è primo tra i Master al Rally di Monte-Carlo 2022

Applausi e ammirazione per il pilota di Olgiate, 66 anni il 26 gennaio, alla gara di apertura del campionato mondiale rally 2022 conclusa con il primato tra gli “over 50” e il 17° posto assoluto. «Passavamo da 12 gradi a -8, ma tra un mese in Svezia avremo neve e ghiaccio in quantità...»

Mauro Miele infinito: è primo tra i Master al Rally di Monte-Carlo 2022

Mauro Miele infinito: è primo tra i master alla 90° edizione del Rally di Monte-Carlo, gara di apertura del WRC (World Rally Championship, campionato mondiale rally).

Alla partenza si sono schierati in 75, tra cui Mauro Miele, olgiatese che compirà 66 anni il 26 gennaio e che ha partecipato per il quarto anno consecutivo alla prestigiosissima gara, questa volta nella categoria “over 50”, introdotta dall’edizione 2022 proprio grazie al nostro straordinario pilota.

Affiancato dall’immancabile navigatore Luca Beltrame, Mauro ha percorso un totale di 296 chilometri in quattro giorni; una gara lunga, resa ancora più complicata dallo sbalzo termico: «Rispetto al punto di partenza, a livello del mare - racconta - salivamo anche di 180 chilometri, passavamo da 12-13 gradi fino a -7 o -8, in una prova siamo arrivati alle piste da sci. Le condizioni climatiche sono importantissime, per fortuna il tempo è stato bello, abbiamo solo trovato ghiaccio in alcune zone, anche dove non ce l’aspettavamo, ma ne siamo usciti indenni».

Tutto è bene quel che finisce bene, certo, soprattutto se, come è stato per l’olgiatese, le premesse sono buone: «Già durante i test di giovedì sera, ho guadagnato quasi 40 secondi sui diretti avversari, questo mi ha tranquillizzato. Nei giorni seguenti, il vantaggio è aumentato. Il momento più critico è stato senza dubbio oggi, perché, dato il margine che avevo, non potevo rischiare di commettere errori, è stato molto stancante. Sapevo già che sarebbe stato difficile, ma sono arrivato 17° nella classifica assoluta, con 2 minuti sul secondo, e primo tra i Master (ovvero, gli “over 50”)».

Un risultato oltre le più rosee aspettative, quindi, a cui ha contribuito la macchina, una Skoda Fabia «perfetta, preparata in maniera impeccabile, non ha presentato alcun problema. È andato tutto bene, quando le cose vanno bene non si può che essere felici. Tra un mese saremo in Svezia, in cui neve e ghiaccio non mancheranno, bisogna solo essere capaci di andare!».

Giulia Nicora

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore