/ Busto Arsizio

Busto Arsizio | 26 gennaio 2022, 20:31

Busto, al via in commissione l’iter per l’approvazione del bilancio. Scintille tra il sindaco e Farioli

Scontro tra Antonelli e il capogruppo di opposizione mentre si discute sul regolamento della toponomastica. Poi gli assessori relazionano sui settori di competenza, con Paola Reguzzoni che anticipa importanti interventi per le persone con disabilità

Busto, al via in commissione l’iter per l’approvazione del bilancio. Scintille tra il sindaco e Farioli

È iniziato in commissione l’iter che porterà all’approvazione del bilancio preventivo. Ma la discussione si è subito incartata su un articolo del regolamento della toponomastica e della numerazione civica, presentato dall’assessore all’Urbanistica Giorgio Mariani. Non sono mancate scintille tra il sindaco Emanuele Antonelli e il capogruppo di Popolo, Riforme e Libertà Gigi Farioli. Poi, la commissione è entrata nel vivo della presentazione del bilancio.

Il diverbio

Farioli è intervenuto chiedendo chiarimenti a proposito del divieto di omonimie: il regolamento della toponomastica presentato, infatti, imponeva di intervenire nel caso di due aree di circolazione con la stessa intitolazione.

Si è quindi aperta una prolungata discussione. A un certo punto, Farioli ha domandato se l’introduzione del regolamento fosse obbligatoria, preferendo concentrarsi su argomenti - per così dire - più significativi. «Facciamo anche altro», ha affermato stizzito il sindaco, bollando come «le tue solite cavolate» le richieste dell’esponente dell’opposizione. «L’educato smette prima», ha risposto Farioli zittendosi.

Alla fine si è optato per eliminare dall’articolo incriminato il passaggio in cui si richiedeva, in caso di omonimia, di provvedere alla modifica del nome di una delle due vie o piazze (anche se, ha precisato l’assessore Mariani, «al momento non ci sono omonimie»). E dopo quasi quaranta minuti, il regolamento è stato approvato.

Il bilancio

Estremamente più rapida l’approvazione della proposta di riduzione della Tari per le realtà economiche colpite dalla pandemia partita dalle forze di minoranza.

L’assessore al Bilancio Maurizio Artusa ha presentato la “manovra”, precisando tra le altre cose che le aliquote di Imu, Irpef e Tosap rimangono invariate. Confermate anche le tariffe del 2021 della Tari, anche se entro il 31 marzo dovrà essere votato lo specifico regolamento e potrebbero esserci delle modifiche.

Gli assessori, in attesa del secondo round previsto tra una settimana, hanno iniziato a relazionare sui settori di competenza.

Paola Reguzzoni (Inclusione sociale), oltre ai piani di zona e agli interventi legati ad anziani e minori, si è soffermata in particolare sugli importanti stanziamenti legati all’area della disabilità volti ad azzerare le liste di attesa di strutture e ricoveri diurni. In programma anche uno spazio ad hoc per l’autismo e un progetto “dopo di noi” con alcuni appartamenti dove le persone con disabilità possono vivere autonomamente, adeguatamente assistiti.

La vicesindaco Manuela Maffioli – delegata a Cultura, Identità e Sviluppo economico – ha citato, tra le altre cose, la promozione e l’introduzione dei musei civici in reti importanti, progetti mirati per i più piccoli particolarmente penalizzati dalla pandemia, la riproposizione di BA Book e la novità del festival BA Lirica. Il tutto «consolidando il rapporto tra cultura e sviluppo economico».

L’assessore a Sicurezza e Viabilità Salvatore Loschiavo, infine, ha inserito tra gli obiettivi il miglioramento delle condizioni di sicurezza urbana, anche tramite accordi e scambio di informazioni tra i Vigili e altre forze di polizia. In previsione ci sono il rafforzamento delle procedure informatiche e un’ulteriore implementazione della videosorveglianza. Proseguiranno inoltre progetti di prevenzione, come Strùffati, e verrà introdotta la figura del mobility manager.

Il predecessore di Loschiavo alla guida dell’assessorato, il leghista Massimo Rogora, oggi consigliere comunale, ha anticipato di avere pronta una serie di domande da sottoporre alla giunta. «Più delle parole è importante agire», ha osservato.

Riccardo Canetta

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore