/ Storie

Storie | 27 marzo 2022, 07:10

Apprendisti ciceroni: la magia dei 130 studenti tra le meraviglie di Lonate

VIDEO. Vengono dalle scuole di Busto e Gallarate e stanno imparando a gestire un pubblico. Anche per questo è interessante dedicare una domenica alle Giornate del Fai

Apprendisti ciceroni: la magia dei 130 studenti tra le meraviglie di Lonate

Stanno catturando l’attenzione di tanti visitatori gli studenti impegnati nella due giorni del Fai a Lonate Pozzolo, giunta alla XXX edizione. Sì perché i veri protagonisti dell’iniziativa di apertura dei monumenti del Fondo per l’ambiente italiano sono loro, gli studenti del triennio delle scuole superiori di Busto Arsizio e di Gallarate che per due giorni, ininterrottamente dal mattino alla sera stanno facendo da ciceroni al pubblico incuriosito di scoprire le caratteristiche storiche e artistiche dei monumenti della cittadina accanto a Malpensa.

Sono ben centotrenta i ragazzi impegnati. Provengono dai licei classico Crespi e scientifico Tosi di Busto Arsizio, dall’istituto tecnico Gadda-Rosselli e dal liceo di via dei Tigli di Gallarate e dall’Acof. Eloquenti gli obiettivi del progetto: gli studenti imparano a gestire un pubblico, a esprimersi facendo capire in modo chiaro e dettagliato le peculiarità delle chicche d’arte, analizzano le opere d’arte sviscerando le caratteristiche storiche, artistiche e le curiosità e riscoprono le bellezze del patrimonio locale.

Dunque una preparazione lunga e accurata che ha visto impegnati accanto agli studenti alcuni docenti. «Dapprima abbiamo svolto incontri on line per presentare il progetto e il bene – spiega la docente di storia dell’arte dello scientifico Tosi Sara Saporiti – Non è stato facile gestire ben 63 alunni di terza, quarta e quinta, considerando le regole anti-Covid. In seguito abbiamo incontrato gli studenti e abbiamo tenuto due lezioni, una sull’architettura l’altra sulla pittura. Quindi abbiamo stabilito le tappe dell’intervento e due incontri per modulare i contenuti. Infine una visita guidata sul posto per comprendere la collocazione del bene. Devo dire che sta arrivando parecchia gente, anche un gruppo di ciclisti di passaggio a Lonate».

Soddisfatto dell’afflusso di visitatori-turisti anche il delegato del Fai del Seprio Carlo Magni. «Siamo contenti di questo partecipazione e tutti sono molto rispettosi delle norme anti-Covid. Bravi anche i ragazzi impegnati a fare da ciceroni. A illustrare gli straordinari affreschi della Bottega dei figli di Bernardino Luini all’interno dell’ex oratorio di San Pietro ci sono gli studenti del liceo classico e linguistico Crespi, mentre i ragazzi dell’Acof fanno da ciceroni nelle varie tappe di via Gaggio, lungo una camminata in brughiera dall’ex dogana austriaca di Tornavento, oggi centro del Parco del Ticino».

I ragazzi del liceo scientifico Tosi sono stati invece impegnati nella chiesa di Santa Maria degli Angeli dove si rintracciano le radici di Lonate Pozzolo, al chiostro e alla torre campanaria della parrocchiale. «Qui c’è una via crucis affrescata in un chiostro cimiteriale, non monastico – precisa l’insegnante – Mentre la torre campanaria è davvero monumentale, una delle più alte e imponenti della zona». Apprezzatissimo anche il monastero di San Michele con il chiostro rinascimentale e la particolare chiesa nuova di Sant’Antonino dove ha lavorato l’architetto Maffiolini, che non presenta una facciata e ha un interessante percorso penitenziale.

A questi beni lonatesi si è aggiunta anche l’apertura del museo Agusta di Casina Costa, preziosa testimonianza di un’importante storia industriale e tecnologica qual è stata quella rappresentata nel passato da Agusta e da Mv meccaniche Verghera, oggi Leonardo, principale sponsor del Fai: qui le guide sono state affidate agli ex dipendenti Agusta.

Le visite continuano oggi fino alle 18. Nel pomeriggio è riservata ai soli iscritti Fai e a chi volesse iscriversi la visita alla parrocchiale di Sant’Ambrogio, che ospita un importante ciclo di affreschi del Cinquecento lombardo.

GUARDA IL VIDEO

Laura Vignati

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore