Opinioni - 02 maggio 2022, 14:25

Basta slogan e protocolli, la sicurezza sul lavoro va insegnata nelle scuole

Nonostante le campagne e le intese firmate anche ai massimi livelli, il numero delle cosiddette "morti bianche" è in continuo e tragico aumento. Servono sicuramente maggiori e più severi controlli, ma serve anche cultura della sicurezza nei luoghi di lavoro, che bisogna iniziare a insegnare a scuola, già dalle medie

Basta slogan e protocolli, la sicurezza sul lavoro va insegnata nelle scuole

Da un lato si assiste a slogan, a firme solenni di protocolli ed intese, anche ai massimi livelli istituzionali e dall'altro, quasi in simultanea, ad un numero impressionante e tragico di morti e infortuni gravi sul lavoro. 

E' evidente che gli slogan non servano a nulla, sono solo parole vuote e che i protocolli, pur nelle più nobili intenzioni dei firmatari, rischino di rimanere sempre più solo impegni e bei propositi sulla carta.

Non diciamo nulla di nuovo quando affermiamo che è assolutamente sacrosanto aumentare il numero dei controlli e delle sanzioni, con conseguente assunzione di figure preposte a svolgere questo tipo di mansione.

Altrettanto scontato sostenere che occorre puntare sulla formazione e quindi sulla prevenzione, sia dei datori di lavori che degli stessi lavoratori.

Il "tanto cosa vuoi che succeda" se per una volta non indosso il casco o le protezioni oppure se disattivo qualche dispositivo di sicurezza che rallenta il lavoro di un macchinario. 

No, non può valere nulla di tutto questo, quando c'è di mezzo il bene supremo, quello della vita di un padre o di una madre di famiglia, di un figlio, che alla sera deve tornare a casa dopo aver fatto il suo dovere sul posto di lavoro.

Bisogna lavorare sulla cultura, ci vorrà tempo ma occorre iniziare dalle scuole. Come si insegna già alle elementari la sicurezza stradale, altrettanto bisognerebbe fare, almeno dalle medie, con la sicurezza sul lavoro.

Insegnare e mostrare ai nostri ragazzi e alle nostra ragazze, lavoratori e lavoratrici di domani cosa significhi concretamente sicurezza sul lavoro, quali accorgimenti osservare in un cantiere, in un'azienda, in un ufficio o in qualsiasi posto di lavoro.

Perché sicurezza non vuol dire soltanto non morire o rimanere gravemente ferito, ma anche benessere, lo stare bene nel posto dove si trascorre la maggior parte delle ore della propria giornata. 

Partiamo come sempre dalla scuola e dai nostri ragazzi, sono la migliore garanzia che le cose possono cambiare, anche in un ambito difficile come la sicurezza sul lavoro. 

Matteo Fontana

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU