ELEZIONI REGIONALI LOMBARDIA 2023
 / Territorio

Territorio | 07 maggio 2022, 20:17

Tragedia di Samarate, don Nicola a messa: «Vi chiedo di custodire una preghiera»

Il parroco al termine della celebrazione: «Non siamo criminologi, non siamo magistrati». I fedeli concordi: «Non servono le parole e bisogna pregare per Nicolò, perché stia bene»

Tragedia di Samarate, don Nicola a messa: «Vi chiedo di custodire una preghiera»

Una preghiera, chiesta da don Nicola Ippolito questa sera durante la messa delle 18 nella Chiesa parrocchiale della SS. Trinità a Samarate.

Una città sconvolta, che rivolge i suoi pensieri a Nicolò, l’unico sopravvissuto alla strage accaduta in via Torino lo scorso mercoledì, ma anche a Stefania e Giulia che invece purtroppo non ce l’hanno fatta: hanno perso la vita per mano di Alessandro Maja, marito e papà. Ma non solo, anche al mercatino di San Salvatore a Malnate, oggi un altare allestito al posto del banco di Stefania pieno di foto, fiori e candele, per tenere vivo il ricordo di una mamma, una donna sempre con il sorriso.

Don Nicola Ippolito, al termine della liturgia oggi si è rivolto ai parrocchiani così: «Vi chiedo di custodire una preghiera in merito ai fatti tragici accaduti nei giorni scorsi qui a Samarate. Non siamo criminologi, non siamo magistrati, non siamo inquirenti. Forse più che tante parole, tanti commenti, l’importante è prestare una preghiera davanti al Signore considerando la fragilità degli uomini.»

Parole che hanno colpito i fedeli di Samarate, che all’uscita dalla chiesa hanno detto: «Questa cosa ci ha sconvolti, rivolgiamo sempre un pensiero a loro.» E poi: «Come ha detto il don non servono le parole, ma riserviamo loro le nostre preghiere, sempre.» altri ancora, riservano il loro pensiero a Nicolò, unico sopravvissuto che lotta tra la vita e la morte nell’Ospedale del Circolo di Varese: «Bisogna pregare anche per lui, perché stia bene.»

Michela Scandroglio

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore