/ Valle Olona

Valle Olona | 13 maggio 2022, 20:03

Castellanza dice addio a Enrico Giudici: la musica e la politica nel cuore

Per decenni presidente del corpo musicale Santa Cecilia, lo fece diventare il gruppo coeso che ancora oggi tutti conoscono: «Sapeva entrare in connessione con il prossimo»

Enrico Giudici

Enrico Giudici

È scomparso Enrico Giudici, ex presidente del corpo musicale Santa Cecilia e figura di spicco nel panorama politico e sociale castellanzese.

Classe 1932, sin dagli anni ’80 fu molto attivo nella politica cittadina, e in particolare nella sezione della Democrazia Cristiana, e questo impegno lo portò a ricoprire ruoli di spicco sia a Castellanza che all’interno del consiglio provinciale. «Enrico – ricorda l’assessore Davide Tarlazzi, che da lui ha raccolto il testimone alla guida del corpo musicale – è stata una figura molto importante a Castellanza, un uomo impegnato a 360 gradi all’interno della comunità, che ha saputo essere una figura di riferimento per molte persone, sia nell’ambito politico che in quello delle associazioni e del volontariato. Fu uno degli uomini che in quegli anni contribuirono a plasmare il dibattito culturale e sociale della città, sempre disponibile e pronto ad accogliere le sfide che i ruoli che ricopriva poneva sul suo cammino».

L’esperienza con il Corpo musicale Santa Cecilia è sicuramente un esempio concreto di come Giudici affrontava la vita; giunto alla guida della formazione bandistica quasi per caso, in risposta all’appello del parroco, in pochi anni fu in grado di far uscire l’associazione castellanzese dalle difficoltà e trasformarla in quel gruppo coeso che tutti ancora oggi ben conosciamo.

«Diventò presidente della banda nel 1986 – racconta il suo successore Tarlazzi – in un periodo in cui le formazioni bandistiche affrontavano alcune difficoltà; grazie alla sua competenza e alla sua capacità di relazionarsi con tutti, di qualsiasi età essi fossero, fu in grado di consolidare il gruppo e di porre le basi per farla crescere e prosperare. Era un uomo in grado di entrare in connessione con il prossimo, che apparteneva a quella generazione che ha contribuito, negli anni ’80 e ’90, a dare forma alla nostra comunità sia a livello sociale che culturale».

Quando Enrico Giudici affrontava una nuova avventura la portava sino in fondo; quello che, stando ai suoi stessi racconti, doveva essere un impegno di un paio d’anni si è trasformato in una passione che è durata quasi due decenni, e che lo ha portato a mantenere il ruolo di presidente del corpo musicale Santa Cecilia sino al 2014. Durante questo periodo fu invitato anche a ricoprire la massima carica all’interno dell’Anbima provinciale di Varese, di cui fu presidente siano al 2006.

«Anche in questo caso Enrico Giudici – spiega Davide Tarlazzi – mise a frutto tutte le sue competenze e qualità per organizzare eventi e iniziative che portassero le bande fuori dall’ombra dei loro campanili, per valorizzarle e dare allo stesso tempo lustro anche al territorio che le ospitava. Questi sono solo alcuni esempi di quello che fu il contributo che questa importante figura diede sia a Castellanza che all’interno della Provincia; raccontare la sua storia nella banda è solo uno dei tanti modi in cui potrebbe essere ricordato, ma ben dimostra la passione, la competenza e l’empatia che metteva in tutto quello che faceva».

I funerali di Enrico Giudici saranno celebrati domattina, 14 maggio, alle 10.30 nella chiesa di San Bernardo.

 

Loretta Girola

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore