/ Busto Arsizio

Busto Arsizio | 15 maggio 2022, 13:32

Giovani talenti da premiare. E giovani esempi

Dopo due anni di cerimonia online si é svolta di nuovo in presenza la cerimonia del Premio Toyp Italia, che ha compiuto 30 anni

Giovani talenti da premiare. E giovani esempi

Neanche due anni di pandemia hanno fermato l’edizione italiana del Premio Toyp (The Outstanding young person), il riconoscimento, assegnato a giovani talenti under ‘40, affinché siano esempi positivi per i propri coetanei, e promosso dall’organizzazione nazionale di Jci (Junior Chamber International).

Dopo due anni di premiazioni in diretta Facebook, con migliaia di visualizzazioni, sabato 14 maggio la cerimonia di conferimento dell’ambito riconoscimento é tornata in presenza.

A ospitarla, per la prima volta, la sede di Confcommercio - Ascom Busto Arsizio, in virtù della nuova collaborazione tra la sezione provinciale varesina di Jci e del Gruppo Giovani Imprenditori di Confcommercio, che si aggiunge alla storica sinergia con il Lions Club Busto Arsizio Host.

I vincitori dell'edizione nazionale avranno la possibilità di concorrere alle selezioni a livello mondiale. «Nel 2022, in cui Jci Italy celebra 60 anni d'attività, festeggiamo il 30esimo compleanno del Toyp Italia, oltre che il 20esimo del Toyp Varese, che ci ospita: anche se a livello provinciale il premio esiste dal 2001, infatti, non abbiamo potuto celebrare prima questo importante anniversario: lo facciamo ora anche se, dato che l’emergenza sanitaria non é ancora del tutto passata, con un numero limitato di ospiti», hanno spiegato gli organizzatori.  

Numerose comunque le autorità civili, economiche e associative presenti per l’occasione: dalla vicesindaco di Busto Arsizio, Manuela Maffioli al vice presidente internazionale Jci Chris Baeriswyl, giunto dalla Svizzera, dal presidente della Camera di Commercio di Varese, Fabio Lunghi al presidente di Confcommercio locale e provinciale, Rudy Collini (entrambi Senatori Jci), fino al presidente internazionale emerito Jci, Chiara Milani.

I vincitori 2022 del Premio Toyp Italia

Nato in America, torna in italia per sfatare il mito della difficoltà di far impresa da noi, avviando un franchising HiTech di lavanderie durante il Covid. Per avuto e messo in pratica un’idea di business vincente dimostrando di credere, come insegna JCI, "che la libertà degli uomini e dell'impresa sia il primo fattore per il raggiungimento della giustizia economica", vince il Premio Toyp ITALIA 2022 Categoria Business, ALESSANDRO GALLO  

Divulgatrice di articoli scientifici in modo chiaro e trasparente, si collega con noi da remoto subito prima di salire su un volo, motivo per cui ha avuto una dispensa speciale per ritirare il premio virtualmente. Per aver portato avanti la sua attività con dedizione e passione, mettendo a disposizione le sue eccellenti qualità per sviluppare una maggiore consapevolezza nei giovani leader intraprendenti, con una finalità quindi non soltanto pedagogica, ma anche civica, declinando sul piano culturale il valore JCI "porsi al servizio dell'umanità costituisca l'azione più nobile della vita”, vince il Premio TOYP ITALIA 2016 nella categoria Cultura ALICE PISTONO

Ha dato prova delle sue doti di leadership senza fini di lucro come organizzatore di TEDx Varese, che nell'ultima edizione è stata anche tra le 9 città al mondo selezionate per dare vita a una community globale di creativi per cambiare la narrativa sulla crisi climatica e ispirare l'azione grazie a una collezione di artwork. Per aver portato con successo sul territorio un format internazionale in linea con la Mission JCI, che è offrire “opportunità di crescita ai giovani affinché si facciano promotori di cambiamenti positivi”, vince il premio TOYP Italia 2022 nella categoria Volontariato, DAVID MAMMANO 

Per gli studi effettuati su sistemi per combattere l'inquinamento ambientale partendo da scarti, come plastica e cibo, Per la dedizione e la passione dedicata all’esplorazione e alla ricerca innovativa, con approfondimenti dedicati a tutelare la salute di tutti in tutto il mondo, traducendo così in azione la linea-guida JCI secondo cui "la fratellanza degli uomini trascende la sovranità delle nazioni", vince il Premio TOYP ITALIA 2016 nella Ricerca, SILVIA FRATERRIGO GAROFALO

Nuotatrice paralimpica nata cieca, è un fulgido esempio di uno dei principi in cui si crede in Jci, ossia che “La personalità umana è la più preziosa delle ricchezze", vince il Premio TOYP ITALIA 2016 per la Crescita personale, MARTINA RABBOLINI

I vincitori delle due passate edizioni

Nell’occasione, anche alcuni vincitori delle due passare edizioni sono giunti per ritirare fisicamente la targa che avevano ricevuto online. Per il 2021, si tratta di: per la categoria Cultura, Enrico Pagano; per la Ricerca, il ricercatore Nicola Cavallini; per la Crescita Personale, la ballerina Giovannella Porzio e la menzione speciale per il Business Rodrigo Salminci. Per il 2020, per il Volontariato, Pierfrancesco Buchi della Croce Rossa e per la Crescita Personale, il nuotatore ipovedente Fabrizio Sottile.

Infine, ma non ultimo, nell’occasione é stata consegnata al bustese Paolo Bellotti, che ha servito l’associazione come vice presidente internazionale nel difficile 2020, la senatoria giunta dal quartier generale mondiale come riconoscimento dell’eccellente lavoro svolto

«Jci da sempre sviluppa leader per un mondo in cambiamento: i giovani intraprendenti del territorio sono invitati a contattare Jci Varese, scrivendo a varese@jciitaly.org o contattandoci attraverso la nostra pagina Facebook».

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore