Ieri... oggi, è già domani | 17 maggio 2022, 06:00

"... l'àa radila"... "deve pagarla"

Mi vengono in mente i vari "deviati" che fanno di tutto per "depistare" come è successo (ad esempio) all'eccidio del Giudice

"... l'àa radila"... "deve pagarla"

Lo dice con schiettezza, Giusepèn, "l'àa radila" e si riferisce a Putin. Il discorso Politico non garba a entrambi, ma quel "l'àa radila" mi sembra simpatico e merita un approfondimento. Anche Giusepèn, a fronte di una mia richiesta, non sa spiegarmi da dove provenga quel detto. L'etimologia delle parole, non lo spiega il significato, che è inconfutabile e incontrovertibile. E' una "sentenza". Non ha altri significati. Con "l'àa radila" si vuole significare che "colui" deve pagarla. E non di poco, ma a caro prezzo. C'è dentro la sentenza così palese che nessuno può ammettere un distinguo.

A parte Putin con la sua "invasione" alla Ucraina e ai disastri che Putin ha fatto commettere all'esercito Russo, Giusepèn ed io non ci addentriamo nella questione Politica, ma parliamo del "l'àa radila" che si utilizza quando si è di fronte a una colpa grave; per giunta commessa, sapendo del male che si fa. Il "radila" contiene il rimorso, l'ammissione di colpa, la punizione che si deve affibbiare, senza alcun appello e addirittura, senza scuse.

Il "castigo" esclude il "radila" solo per il fatto che chi deve soccombere, non merita perdono, ma richiede unicamente Giustizia. Di esempi ce ne sono a bizzeffe. Chi stupra, deve "radila"; chi fotografa i bimbi nelle loro intimità e vende le foto, chi sevizia, chi giura il falso, chi testimonia il falso, chi "tiene bordone" a un meschino, chi è vigliacco, il mentitore e via su questo tono.

Radirla vuole dire anche "deve purgarla" che nulla c'entra con la purga, ma c'entra invece con il meritare la drastica punizione. Mentire con la coscienza sporca, vuole anche dire "mettere in croce" un innocente; difendere il millantatore, abusare della fiducia di chi ha avuto fiducia in noi, permettere di "non fare" Giustizia, ma deviare dalla verità.

Mi vengono in mente i vari "deviati" che fanno di tutto per "depistare" come è successo (ad esempio) all'eccidio del Giudice, Paolo Borsellino, di cui non s'è tuttora trovato la "famosa" agenda rossa, su cui stanno scritti, nomi e vicissitudini della "vita di Palermo".

Figuriamoci gli assassini …. tutti insieme e specialmente chi ammazza i familiari o chi ammazza per denaro. Mi fermo qui; "l'àa radila" vuole anche dire "certezza della pena" e (guarda caso) in Italia ce n'è proprio bisogno. Dovrebbero "radila" gli esportatori dei capitali all'estero, chi lucra sulle disgrazie altrui, i corruttori, chi si lascia corrompere, chi circuisce le persone, chi sfrutta i deboli, chi non ama la vita civile …. mi rendo conto che la casistica di chi deve "radila" è ampia e variegata. Giusepèn ed io, non ce la sentiamo di analizzare caso per caso. "Chi è senza peccato …." si scagli contro chi deve "radirla".

Gianluigi Marcora

Leggi tutte le notizie di IERI... OGGI, È GIÀ DOMANI ›
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore