Busto Arsizio - 19 maggio 2022, 15:17

Da Busto a Boston, la “guru” della voce racconta il suo metodo che ha conquistato gli Usa

Milena Origgi incontra i suoi concittadini per illustrare il metodo Inborn Voice che le è valso la prestigiosa “Genius green card”, un permesso di soggiorno permanente negli Stati Uniti riservato a persone con abilità straordinarie

Da Busto a Boston, la “guru” della voce racconta il suo metodo che ha conquistato gli Usa

Da Busto a Boston e da Boston a Busto. La “guru” della voce Milena Origgi incontra i suoi concittadini per illustrare il metodo Inborn Voice che le è valso la prestigiosa “Genius green card”, un permesso di soggiorno permanente negli Stati Uniti riservato a persone con abilità straordinarie.
E le abilità di Origgi sono davvero fuori dal comune, visto che a lei si rivolgono professionisti di tutte le età e da tutto il mondo per un affrontare un percorso che, partendo dalla voce, trasforma l’intera persona.
L’appuntamento per saperne di più è per giovedì 26 maggio, alle ore 21, alla sala Tramogge dei Molini Marzoli con l’incontro “Le potenzialità indiscusse della voce: il metodo Inborne Voice da Busto a Boston”.

«Il suono è più importante della mente»

«Nella mia famiglia la voce è stata un ponte comunicativo», racconta Milena Origgi. I nonni e la madre cantavano, lei stessa, persona di grande fede, è diventata solista nel coro della chiesa. «La musica aveva sfumature interessanti ma non sufficienti – prosegue –. Dopo l’incontro con un importante imprenditore con il quale ho utilizzato con successo il metodo Inborn Voice, ho deciso di partire».

Raggiunge Boston con un visto business: i primi tempi non sono semplici, negli Stati Uniti i ritmi sono serrati e improntati al risultato rapido. Ben presto il metodo di vocal coaching inizia a volare e le richieste arrivano da tutto il mondo, da New York a Miami, da Londra a Parigi.
Dopo un anno e mezzo, arriva un nuovo timbro, questa volta sulla “Genius green card”: «Non solo un permesso per restare, ma un lustro».

Oggi il metodo Inborn Voice viene scelto dai Ceo di importanti società per migliorare le proprie abilità di comunicazione e, più in generale, per la propria crescita personale.
«L’obiettivo è portare le persone a risentire la loro voce profonda – dice Origgi – assumendo modalità comunicative mai avute prima e abbandonando paure e vergogne. Per me il suono è più importante della mente».
A rivolgersi alla vocal coach non sono solo imprenditori o manager, ma anche donne desiderose di uscire da situazioni tossiche, politici con grandi responsabilità, persone che vogliono superare piccoli o grandi timori e così via, senza limiti di età.

«Eccellenza bustocca»

«È giusto far conoscere questa eccellenza bustocca – sottolinea il sindaco Emanuele Antonelli –. Mi auguro che la serata di giovedì prossimo abbia successo, perché so che questo metodo è efficace e utile nel lavoro ma anche nella vita quotidiana. Io sarò in prima fila, perché ho tanto da imparare».

«Il progetto riguarda anche la trasformazione della persona – aggiunge l’assessore alle politiche educative Daniela Cerana –. Penso ad esempio ai giovani che devono affrontare un colloquio di lavoro, ma si tratta di qualcosa di utile in più contesti e a tutte le età».
L’appuntamento di giovedì 26 maggio è ingresso gratuito e senza prenotazione.

Riccardo Canetta

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU