/ Eventi

Eventi | 20 maggio 2022, 14:20

VIDEO. Varese scende in campo al Franco Ossola con Altobelli e Cabrini in ricordo delle vittime della mafia. «I giovani diventino le nostre sentinelle»

Giornata della legalità domani allo stadio di Masnago in occasione del trentennale delle stragi di Capaci e via D'Amelio. Al mattino incontro con i ragazzi delle scuole, nel pomeriggio partita tra magistrati e vecchie glorie. Ci sarà anche un momento di ricordo in onore di Pietro Anastasi. L’incasso verrà totalmente devoluto in beneficenza

VIDEO. Varese scende in campo al Franco Ossola con Altobelli e Cabrini in ricordo delle vittime della mafia. «I giovani diventino le nostre sentinelle»

Capaci e via D’Amelio, trent’anni dopo. In occasione del trentennale delle stragi di mafia, si terrà domani presso lo stadio Franco Ossola di Varese la “giornata della legalità”.

La manifestazione sarà fondamentalmente divisa in due parti: una al mattino dedicata agli studenti delle scuole, e una al pomeriggio, aperta al pubblico, che avrà come clou la partita tra Nazionale Italiana Magistrati e vecchie glorie del Varese e di Serie A.

L’evento è stato organizzato con lo scopo di tenere viva la memoria di coloro che hanno pagato con la vita la loro battaglia contro le mafie, a partire dai magistrati Falcone e Borsellino, e di offrire uno spunto di riflessione sulla legalità e sullo stato attuale della situazione.

Al mattino, alle ore 10, sempre presso lo stadio, si terrà un incontro significativo tra alcuni magistrati e gli alunni (invitato anche l’ex calciatore del Milan e della nazionale Alessandro Costacurta). Moderatore sarà Piero Calabrò, ex magistrato e attuale presidente della NIM (Nazionale Italiana Magistrati), nonché principale organizzatore dell’evento.

«È importante far capire agli studenti non solo chi sono stati Falcone e Borsellino, ma soprattutto che i loro insegnamenti, e questo modus operandi che li ha portati a morire, sono attualissimi - spiega Calabrò - perché la situazione mafia oggi non riguarda più solo il meridione, ma tutto il paese, in particolare le zone più ricche e produttive, come la Lombardia. Ci saranno le testimonianze di due magistrati in particolare, la dottoressa Alessandra Dolci (Procuratore Aggiunto presso la Direzione Distrettuale Antimafia di Milano) e il dottor Alberto Nobili (Procuratore Aggiunto della Sezione Distrettuale Antiterrorismo)».

Incontro che vedrà la partecipazione, inoltre, di Monica Forte (presidentessa della Commissione Regionale Antimafia della Lombardia) e del sindaco Davide Galimberti, che ha partecipato all’organizzazione della giornata.

«Anche attraverso dati recentissimi di operazioni - continua Calabrò - si può insegnare ai giovani che la mafia prima uccideva e faceva scoppiare bombe, ma ora non è meno pericolosa, ha solo cambiato veste, cerca alleanze politiche e imprenditoriali. Inoltre, sta contribuendo a inquinare l’ambiente, si parla di agromafia ed ecomafia, non sono solo previsioni. È giusto che i giovani sappiano e diventino le nostre sentinelle».

Alle 14.30 apriranno i cancelli del Franco Ossola al pubblico (ingresso per studenti e under 20 a 3 euro, singolo 5 euro, famiglia 5 euro), e seguirà la presentazione delle associazioni intervenute e delle squadre.

Ci sarà anche un momento in ricordo di Pietro Anastasi, il campione siciliano che ha scelto Varese come casa, scomparso nel gennaio 2020.

Alle 16 fischio d’inizio della partita di calcio tra nazionale dei magistrati e vecchie glorie del Varese e della Serie A: saranno presenti i due ex campioni Antonio Cabrini e Alessandro “Spillo” Altobelli.

«L’evento si svolge in occasione della “giornata della legalità” a 30 anni dalle stragi di Capaci e via D’Amelio in cui persero la vita Giovanni Falcone, la moglie Francesca Morvillo, Paolo Borsellino e gli uomini delle loro scorte. Tenere vivo il ricordo è fondamentale per vincere le battaglie contro tutte le mafie» è il pensiero del sindaco Davide Galimberti, affidato a un post sulla sua pagina Facebook.

L’intero incasso sarà devoluto in beneficenza alle associazioni “Eleonora Cocchia - Vivere a Colori” e “Libera”, anch’esse attivamente coinvolte nell’iniziativa.

L’evento sarà trasmesso anche via streaming e in contemporanea sarà visto dalle scuole di Varese.

Lorenzo D'Angelo

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore