/ Cronaca

Cronaca | 21 maggio 2022, 08:52

Importazione illegale di pulcini in Canton Ticino: arrivano dall'Italia ed hanno la malattia di Newcastle

Un'azienda posta interamente sotto sequestro: nei confronti della persona che ha importato illecitamente gli animali sarà aperta una procedura contravvenzionale

Foto d'archivio

Foto d'archivio

L’Ufficio del veterinario cantonale del Dipartimento della sanità e della socialità del Canton Ticino conferma l’intervento in un’azienda a seguito di un’importazione illegale di trenta pulcini dall’Italia.

Le analisi necessarie, come comunicato dall’Ufficio federale della sicurezza alimentare e di veterinaria, hanno rilevato la presenza del virus della malattia di Newcastle.

L’Ufficio del veterinario cantonale, valutati i rischi legati alla possibilità d’introduzione di epizoozie, aveva disposto l’eutanasia degli animali. I risultati delle analisi, che confermano la presenza della malattia di Newcastle, hanno indotto l’UVC a porre sotto sequestro l’azienda.  

Il rischio di contagio è ritenuto fortunatamente contenuto, in considerazione del fatto che i pulcini importati non hanno avuto contatti diretti con altro pollame.  Le indagini nell’azienda sono tuttora in corso. È presumibile che, sulla base delle indicazioni sinora raccolte, i pulcini fossero stati vaccinati in Italia.  

Si ricorda che la vaccinazione contro la malattia di Newcastle è vietata in Svizzera, in quanto la Svizzera è ufficialmente riconosciuta come esente da questa malattia. Importare illegalmente animali costituisce una seria minaccia per la salute degli animali locali.  

Nei confronti della persona che ha importato illecitamente i pulcini sarà aperta una procedura contravvenzionale.

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore