Busto Arsizio - 21 maggio 2022, 22:23

Addio al professor Giuseppe Mangiameli, preside e assessore a Busto

Fu il primo dei fratelli ad arrivare dalla Sicilia in Lombardia e in città incontrò anche l'amore della sua vita, Battistina. Fu preside alla Prandina. L'orgoglio di figli e nipoti, nonché degli alunni

Il professor Giuseppe Mangiameli

Il professor Giuseppe Mangiameli

A 18 anni è stato il primo dei fratelli a venire dalla Sicilia a Busto Arsizio. Che è diventata la città della sua vita, del suo progetto di famiglia, del suo lavoro. Un bellissimo lavoro, quello di Giuseppe Mangiameli, scomparso oggi a 89 anni: il professore e poi all'istituto Prandina il preside.

Tanti ex ragazzi ricorderanno quest'uomo che ha creduto nella scuola e nell'impegno per la comunità anche in termini politici: è stato infatti assessore alla Pubblica istruzione, ruolo che avrebbe ricoperto poi anche il fratello Salvatore.

Giuseppe Mangiameli, per tutti Pippo, avrebbe compiuto novant'anni in agosto. Se n'è andato circondato dall'affetto della sua famiglia: la moglie Battistina, i figli Fausto, Anna e Silvia, e le sei nipoti, orgoglio nell'orgoglio. La più piccola ha 4 anni e l'ha accudita anche lui fino a pochi mesi fa; la più grande ne ha 28. 

Pippo Mangiameli ha voluto bene a Busto dal primo momento. Si è laureato a Milano, all'Università Cattolica, ed è poi diventato insegnante di educazione fisica. A Busto ha incontrato il grande amore della sua vita, Battistina, che era maestra delle elementari. Per tanti anni è stato preside della scuola Prandina, appunto. 

«Quando andava in giro, lo fermavano e lo chiamavano "professore" - racconta il figlio Fausto - Era tutto orgoglioso dei suoi alunni». L'impegno di Pippo Mangiameli si è poi radicato nell'impegno politico: intanto l'avevano raggiunto a Busto i fratelli e infine la sua mamma, quando rimase sola a Carlentini.  

Ancora da fissare la data dei funerali nella chiesa di Sacconago, ma intanto il professor Mangiameli potrà ricevere i saluti dei suoi ex alunni e non solo alla Casa "Le origini" in via Sicilia 5 dalla tarda mattinata di domenica.

Marilena Lualdi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU