Busto Arsizio - 22 maggio 2022, 15:00

Gorletta: «Proviamo a immaginare un centro diverso. Con allargamento area pedonale benefici per tutti»

Il consigliere della lista Antonelli: «Dobbiamo invertire la rotta con un progetto valido e il coraggio di portalo avanti, andando oltre i primi malcontenti che, sono sicuro, saranno solo un ricordo quando tutti in futuro godranno dei benefici di un normale allargamento dell'area pedonale centrale»

Gorletta: «Proviamo a immaginare un centro diverso. Con allargamento area pedonale benefici per tutti»

Nelle riflessioni sulla possibilità – di cui periodicamente si torna a discutere – di ampliare l’area pedonale del centro di Busto, si inserisce Alex Gorletta, consigliere comunale della lista civica per Antonelli sindaco.
Nei giorni scorsi alcuni commercianti di via Montebello si sono incontrati, coinvolgendo il leghista Simone Orsi, per fare il punto sulle proprie posizioni e proposte (di fatto, un netto no a pedonalizzazione e inversione del senso di marcia, leggi qui).

Secondo Gorletta è invece «opportuno, e assieme all'assessore Loschiavo lavoriamo già in questa direzione, fare un progetto complessivo che vada a rivedere l'intera organizzazione del centro cittadino, senza più isolati interventi sporadici su richiesta.
Questo piano generale di portata strategica ha, come ovvio che sia, delle conseguenze che puntano all'incremento del verde e dell'arredo urbano, alla modernizzazione dell'attuale area pedonale e all'estensione della stessa, nei tratti e nei modi che saranno definiti dagli esperti, con gli indirizzi indicati dall'amministrazione, non senza aver coinvolto e sentito le opinioni dei cittadini e delle categorie coinvolti ricordando però che il parere dei commercianti è importante ma bisogna avere una visione complessiva della città e non del singolo individuo». 

L’esponente della lista Antonelli osserva che «arriviamo, solo per citare gli ultimi due anni, da un periodo di profonda crisi economica dovuta prima al Covid, ora alla guerra, al costo delle materie sempre più alto così come a quello delle bollette, ed è chiaro che svolgere un'attività nel 2022 tra la burocrazia e i margini sempre più ridotti sia di una difficoltà immensa, quindi non credo che sia colpa della pedonalizzazione di piazza Santa Maria il crollo degli incassi. Anzi, se da quarant’anni si parla delle stesse problematiche, in una costante contrapposizione tra favorevoli e contrari all'allargamento della pedonalizzazione, e la situazione non solo non si è risolta ma, anzi, è peggiorata sempre più, un motivo ci sarà: tutti coloro che sono stati in qualche modo coinvolti dovrebbero fare un mea culpa e provare a immaginare un centro diverso».

«Per questo – conclude Gorletta – dobbiamo cercare di invertire la rotta con un progetto davvero valido ma, soprattutto, il coraggio di portalo avanti, andando oltre i primi malcontenti che, sono sicuro, saranno poi solo un ricordo quando tutti, in futuro, godranno dei benefici di un normale allargamento dell'area pedonale centrale di una città che da sempre vuole essere protagonista sul territorio ma ha sempre avuto paura di muovere i primi passi verso il cambiamento».

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU