/ Busto Arsizio

Busto Arsizio | 24 maggio 2022, 07:00

IL RICORDO. Angioletto Castiglioni, 11 anni dopo e per sempre

Al tempio civico di Busto Arsizio la messa celebrata da monsignor Severino Pagani per ricordare Angelo e la sua voce per la pace

IL RICORDO. Angioletto Castiglioni, 11 anni dopo e per sempre

Il giorno dopo un ricordo che unisce il dolore e la voglia di lottare per la giustizia, la morte di Giovanni Falcone, di sua moglie Francesca e degli uomini della scorta. Il tempio civico di Busto Arsizio oggi accoglie il momento di sosta e preghiera per chi l'ha voluto così, luogo dove prendersi cura della memoria, luogo di testimonianza e impegno per il futuro. Angioletto Castiglioni.

Si spegneva, l'ex deportato, il 24 maggio 2011. Nel 2021, in occasione dei dieci anni dalla scomparsa, una cerimonia in cui ancora una volta a fare la differenza sono stati i giovani. A loro, si era sempre rivolto con incessante impegno il bustocco che era stato strappato alla sua città e sprofondato nel buio dell'umanità, a Flossenburg. 

Offrendo la propria voce, gli occhi feriti da ciò che aveva visto, ma ricevendo in cambio una dedizione che era determinazione a reagire e costruire un futuro diverso. Un futuro, in cui l'umanità ritrovava se stessa.

Questa sera, alle ore 20.30, monsignor Severino Pagani celebrerà la messa in ricordo di Angioletto, nella chiesa davanti al municipio. Ma senz'altro tra quelle mura di preghiera e di pace, molti si fermeranno nel corso della giornata per dialogare con lui. Difficile pensarlo lontano dal tempio civico, che ha curato con tanti gesti, molti dei quali silenziosi.

Angioletto, 11 anni dopo e per sempre.

Ma. Lu.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore