ELEZIONI REGIONALI LOMBARDIA 2023
 / Calcio

Calcio | 24 maggio 2022, 06:30

Pro Patria, la settimana più lunga. Il primo assaggio di trattativa (con i playoff e non solo sullo sfondo)

Finalmente l'incontro annunciato dalla cordata mercoledì dovrebbe diventare realtà a Napoli. Si troverà un punto di incontro? Intanto avanti le gare per il passaggio in B e un messaggio da Novara diventa una sfida

Pro Patria, la settimana più lunga. Il primo assaggio di trattativa (con i playoff e non solo sullo sfondo)

La settimana più lunga per la Pro Patria, quella che sancisce ufficialmente che ormai manca meno di un mese alla scadenza dell'iscrizione al campionato. Dopo il contatto iniziale preso con Napoli, è arrivata infine la conferma dai richiedenti: salvo colpi di scena, mercoledì dovrebbe svolgersi il primo contatto ufficiale di rappresentanti della cordata bustocca con Sgai, detentore del novanta per cento delle quote della Pro Patria dopo la cessione delle stesse effettuata lo scorso novembre da Patrizia Testa, scesa al dieci per cento.

Dopo diverse manifestazioni di interesse limitate alle richieste di informazioni, si arriva dunque a un confronto concreto. Ci si trova in aeroporto, ma poi l'incontro si potrebbe spostare.

 Da una parte Sgai, con l'amministratore unico Antonio Muro, dall'altra i rappresentanti della cordata bustocca al lavoro per unire le forze. Cordata nata da persone che in gran parte già si erano impegnate in altra forma per la Pro Patria in passato, a fianco di Patrizia Testa.

Sgai, con i conti bloccati dall'inchiesta giudiziaria, aveva affidato al presidente della Pro Domenico Citarella il mandato di cercare compratori. Sono arrivate richieste, anche dall'estero, ma che finora non sono diventate una trattativa vera e propria. Intanto, maturava il proposito bustocco che potrebbe diventare una sorta di ponte verso il futuro.

E che farà la sua proposta a Sgai. Punto di incontro tutto da trovare, considerando che il consorzio ha affermato di aver versato più di un milione, fino al sequestro dei conti. L'avvocato Muro aveva già fatto sapere oltre un mese fa la disponibilità «a non vederci riconosciuta l'intera marginalità pur di aiutare la società e la squadra a rimanere vivi». QUI 

Lontano dagli occhi

Mentre i tigrotti si godono il meritato riposo dopo la fine degli allenamenti venerdì scorso, il campionato di serie C si accinge a completare il suo corso. Casi della vita, mercoledì si disputeranno anche i playoff FeralpiSalò-Palermo e Catanzaro-Padova. La prima verrà arbitrata da Maria Sole Ferrieri Caputo, con buona pace dei pochi e noiosi affezionati alla misoginia che si fecero notare anche il 7 marzo 2021 allo Speroni.

Catanzaro-Padova avrà invece come direttore di gara Paride Tremolada.

Nota non di malinconia, ma di pungolo a Busto Arsizio. L'ultimo aggiornamento social da parte del sindaco di Novara, Alessandro Canelli, che già aveva mandato un messaggio forte e chiaro alla promozione della propria squadra in C.

Ieri ha postato questo messaggio: «Non è stato un miracolo, ma un’operazione molto curata che ha richiesto da parte di tutti impegno, sacrificio e passione. Ora la serie C con l’obiettivo di continuare a rafforzarsi e a crescere». Tra i grazie, oltre al presidente Ferranti,  anche «agli sponsor che lo hanno appoggiato e a tutti i cittadini e tifosi che hanno dato sostegno continuo».

La città, il sistema città che si è mobilitato quando tutto sembrava affondare nella D. 

Ora Busto può dimostrare che sa fare altrettanto, anzi meglio per prevenire scenari foschi. La politica si è mossa silenziosamente o in modo più rumoroso, a seconda dello stile di ciascuno. Occhi puntati sul sindaco Emanuele Antonelli possibile garante o facilitatore in questa delicata vicenda. Un incontro dell'aspirante cordata è avvenuto anche in Comune da lui e altri si sono svolti con consiglieri comunali, sia della sua lista - a cui appartiene la stessa Testa - sia dell'opposizione.

Ciò che serve - per citare il sindaco degli avversari - non è un miracolo, ma un'operazione molto curata. Tutti insieme, per il bene della Pro Patria.

Ma. Lu.


Vuoi rimanere informato sulla Pro Patria e dire la tua?
Iscriviti al nostro servizio gratuito! Ecco come fare:
- aggiungere alla lista di contatti WhatsApp il numero 0039 347 2914992
- inviare un messaggio con il testo PRO PATRIA
- la doppia spunta conferma la ricezione della richiesta.
I messaggi saranno inviati in modalità broadcast, quindi nessun iscritto potrà vedere i contatti altrui, il vostro anonimato è garantito rispetto a chiunque altro.
VareseNoi.it li utilizzerà solo per le finalità di questo servizio e non li condividerà con nessun altro.
Per disattivare il servizio, basta inviare in qualunque momento un messaggio WhatsApp con testo STOP PRO PATRIA sempre al numero 0039 347 2914992.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore