Lombardia - 26 maggio 2022, 11:21

Trentamila euro per la sicurezza del Parco Pineta

Rinnovata la convenzione tra i comuni di Tradate, Venegono Superiore e Inferiore e Regione Lombardia. Brianza: «Collaborazione tra enti cruciale per risolvere il problema dello spaccio»

Trentamila euro per la sicurezza del Parco Pineta

Regione Lombardia ha rinnovato la convenzione con il Comune di Tradate per la realizzazione integrata di interventi di sicurezza urbana. L’accordo prevede la prosecuzione della collaborazione tra Regione e i Comuni del Varesotto afferenti al Parco Pineta, allo scopo di intensificare i pattugliamenti effettuati dalla polizia locale, in un’ottica di contrasto ai fenomeni di spaccio e prostituzione che persistono all’interno dell’area verde.

Negli ultimi anni il Parco Pineta, specialmente nel territorio in provincia di Varese, ha visto intensificarsi i fenomeni di degrado legati a spaccio e prostituzione anche a causa della particolare morfologia del territorio e a episodi di assenza di segnale radio che favoriscono questo tipo di atti illeciti. Per finanziare tali operazioni da attuarsi tra giugno e novembre 2022, Regione Lombardia ha stanziato risorse per 30 mila euro.

Soddisfatta la Vicepresidente del Consiglio Regionale Francesca Brianza che lo scorso febbraio si era fatta promotrice dell’incontro tra l’Assessore regionale alla Sicurezza Riccardo De Corato e il Comune di Tradate allo scopo di pianificare l’accordo oggetto di rinnovo.

“A fronte di buoni risultati riscontrati negli interventi dello scorso autunno - dichiara Brianza - ho caldeggiato fortemente l’opportunità di rinnovare ed ampliare l’accordo di collaborazione tra Regione Lombardia e i Comuni di Tradate, Venegono Superiore e Inferiore appartenenti al consorzio del Parco della Pineta per proseguire le operazioni di pattugliamento da parte degli agenti di polizia locale”.

“Le operazioni di pattugliamento - spiega Brianza - godranno del supporto delle prefetture di Varese e Como che si sono impegnate ad integrare gli interventi mediante il supporto delle altre forze dell’ordine. Solo attraverso un forte coordinamento tra gli enti -conclude- è infatti possibile risolvere un problema così annoso e complicato”.

“L’incontro di martedì tra sindaci, l’Ente Parco e i prefetti di Varese e Como -conclude Brianza - testimonia come i problemi di sicurezza di quest’area non siano più solo di competenza territoriale ma condivisi dalle istituzioni a tutti i livelli. Regione Lombardia continuerà a fare la propria parte per sostenere e incentivare i progetti di recupero per restituire ai cittadini il piacere e la libertà di godere in sicurezza di questa preziosa oasi verde”.

“Abbiamo pubblicizzato questo accordo durante l’incontro avuto con i prefetti di Varese e Como - commenta il sindaco di Tradate Giuseppe Biascialla -. Si tratta di un progetto iniziato lo scorso anno grazie a Regione Lombardia che ha portato grandi risultati in termini di sicurezza mettendo una pezza alle carenze legislative a livello nazionale.

“Un bel progetto che ha suscitato l’interesse anche di altri comuni - commenta soddisfatto il sindaco di Venegono Superiore Ambrogio Crespi-. Nel futuro si potrà discuterne un ampliamento con la copertura di adeguate risorse economiche.

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU