/ Storie

Storie | 29 maggio 2022, 09:15

Crespi d'Adda, quel villaggio legato a Busto e il suo messaggio per il futuro. Tessile, amicizia e la maglia della Pro Patria

"Viaggio nel sogno del borgo operaio" è la rassegna che comprende tre eventi e il filo conduttore è Francesco Bonfanti, indimenticato amico di tanti bustocchi. Un'inaugurazione tra arte, storia e... calcio con una consegna speciale

Momenti speciali: la moglie di Bonfanti con la maglia dei playoff 2021, Mimmo Donati e Marco Grecchi, la cerimonia e il santuario di Santa Maria

Momenti speciali: la moglie di Bonfanti con la maglia dei playoff 2021, Mimmo Donati e Marco Grecchi, la cerimonia e il santuario di Santa Maria

Anche gli habitué da Busto Arsizio - quelli che hanno già visto o conoscono a menadito gli scorci e la storia di Crespi d'Adda, fondato dall'imprenditore tessile bustocco Cristoforo Benigno Crespi a fine Ottocento - si sentono per un attimo tramortiti, quando scorgono il santuario di Santa Maria nel villaggio bergamasco patrimonio Unesco. Il loro santuario a un'ora di auto.

Familiarità da destare

Una familiarità che svela tanto eppure mai abbastanza, come quando si ascoltavano i racconti di Francesco Bonfanti: una volta appagata una curiosità, ne sollecitavano subito un'altra. Si ascoltano, quei racconti, perché risuonano in "Viaggio nel sogno del borgo operaio", l'evento organizzato durante questo weekend LEGGI QUI e inaugurato ieri. Un momento magico, tre mostre e un progetto creativo in nome e memoria del "Bonfa" con cui si vuole fare rete e diffondere la bellezza profonda, rigeneratrice, di Crespi d'Adda: è la storia che offre un messaggio al futuro e chiede di prendersi cura di ciascuna persona, in armonia con la natura.

Con un sogno: quello di portare questo evento fuori, a partire dalla stessa Busto Arsizio. Ieri l'ha suggellato anche la maglia della Pro Patria, di cui Francesco era viscerale sostenitore, quella dei playoff che lui non ha potuto vedere  lo scorso anno: su quella maglia, alcuni amici hanno scritto anche il suo nome per farlo scendere in campo con i tigrotti. La prende la moglie Rosella, la apre e scorrono colori e ricordi. Accanto a lei, un tifoso dal cuore immenso, Marco Grecchi: sarà lui a ritirare la targa che vuole ringraziare i sostenitori biancoblù e l'associazione 100 anni di Pro, attenta a ricordare Francesco, un esempio di solidarietà e passione sportiva. E culturale, anzi ancora prima umana.

La giornata di ieri al centro visitatori di Crespi, presentata dall'amico Mimmo Donati, mostra un bell'esempio di squadra. Amministrazioni diverse, che tuttavia hanno capito di dover lavorare insieme, anche per questo villaggio che è nel cuore di tutti in provincia di Bergamo, e non solo.

A proposito, QUI si può aiutare Crespi d'Adda a diventare luogo del cuore del Fai. Può contribuire la stessa Busto, con pochi clic e venendo a conoscere quei Crespi che hanno plasmato qualcosa di unico. Qualcosa che Francesco, sapeva cantare.

Scritti e sentiti

Ad aiutare Donati e la famiglia di Bonfanti nella realizzazione di questa mostra, c'è un'altra bustocca, l'insegnante Alessandra Colombo. 

Francesco è una figura che ha lasciato il segno in chi l'ha conosciuto. Anche virtualmente: anche in un caffè "mai preso", come si racconta in una delle mostre nel centro, quella del fotografo che esplora il cimitero di Crespi d'Adda. In vita e in morte qui esiste un ordine, che genera riflessioni. Si fa largo con discrezione una storia che cammina, anzi corre. Pensiamo a Silvio, figlio del fondatore, che riesce a guardare avanti con una lucidità sorprendente, imprenditore, inventore - con fior di brevetti riconosciuti - politico. I primi scioperi arrivano e le contestazioni non lo risparmieranno, eppure quante novità - anche a favore dei lavoratori - studia e attua.

Ci sono le luci, come il buio che comincia ad avanzare, fino alla scomparsa della fabbrica tessile. Ma non di Crespi, che resta come gentile monito, e la voce di Francesco accarezza il villaggio con la sua magia capace di sfidare, il tempo anzi rafforzarsi. Le sue frasi sono protagoniste nel filmato multimediale di Giacomo Bucci. Non per piangere un amico, come sottolinea Mimmo Donati, ma per riviverle insieme.

GUARDA IL VIDEO

Così gli amministratori locali concordano nel dover fare rete per far sì che il messaggio di Crespi d'Adda sia sempre esplorato, diffuso, trasportato nel tempo. 

GUARDA IL VIDEO

Fare squadra, un concetto che Francesco aveva chiarissimo in mente, quand'era allo Speroni come quando si trovava nel suo villaggio, magari proprio accogliendo visitatori bustocchi in casa e preparando pietanze con i prodotti del suo orto.

Anche Busto Arsizio può far parte di quella squadra e un passo potrebbe essere proprio accogliere questo evento: perché è inutile nasconderselo, tanti bustocchi non hanno idea di questa magia e mai hanno messo piede a Crespi d'Adda. Un vero peccato. Rafforzare il legame sarebbe un omaggio agli imprenditori di Busto e alle visioni anticipatrici che hanno avuto sulla storia, anche oltre confine cittadino e non solo. Come all'amicizia, alla passione per la cultura e persino alla Pro Patria. Pro Patria di cui il poeta di un villaggio operaio fondato da bustocchi in provincia di Bergamo ha saputo prendersi cura con una coerenza e una devozione che dovrebbe essere di ispirazione in tempi così sofferti per il simbolo calcistico di Busto.

Marilena Lualdi


Vuoi rimanere informato sulla Pro Patria e dire la tua?
Iscriviti al nostro servizio gratuito! Ecco come fare:
- aggiungere alla lista di contatti WhatsApp il numero 0039 347 2914992
- inviare un messaggio con il testo PRO PATRIA
- la doppia spunta conferma la ricezione della richiesta.
I messaggi saranno inviati in modalità broadcast, quindi nessun iscritto potrà vedere i contatti altrui, il vostro anonimato è garantito rispetto a chiunque altro.
VareseNoi.it li utilizzerà solo per le finalità di questo servizio e non li condividerà con nessun altro.
Per disattivare il servizio, basta inviare in qualunque momento un messaggio WhatsApp con testo STOP PRO PATRIA sempre al numero 0039 347 2914992.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore