Altri sport - 10 giugno 2022, 22:03

Formula 1, ecco il Baku Style

Tutti i team si sono concentrati alla ricerca della soluzione migliore. Il vento non ha aiutato

Foto ufficiale Oracle Red Bull Racing

Foto ufficiale Oracle Red Bull Racing

It’s Friday! Eccoci amici appassionati, all’inizio del weekend azero. Prove libere di studio per tutti i team, la pista di Baku infatti come anticipato ieri non è facilissima e trovare il miglior assetto è complicato.

I settori sono molto differenti tra di loro e il lungo rettilineo della partenza può fare la differenza sul tempo sul giro. Tutti i team nel primo pomeriggio si sono concentrati proprio alla ricerca della soluzione migliore. Dopo due gare dove l’ormai noto saltellamento non si era visto, oggi è tornato prepotentemente alla ribalta e il forte vento sulla pista non ha per nulla aiutato i piloti.

Come anticipato ieri molto bene Red Bull che la fa da padrona, con un solo punto di domanda sul DRS.

L’ala mobile del team di Milton Keynes si muove molto e rischia di essere un problema come in Spagna per entrambi i piloti. Ferrari in fase studio dell’assetto migliore, per capire se scaricare al massimo la vettura sacrificando il settore guidato oppure trovare un compromesso che possa favorire il team di Maranello nella parte guidata con il grip meccanico della rossa veramente superiore a tutta la griglia.

Mercedes indietro, si pensava che la scuderia di Brackley avesse ridotto il distacco ma oggi ha sofferto veramente molto, con problemi di porpoising molto evidenti e una macchina che sembra difficile anche nelle curve lente.

Battono un colpo Alpha Tauri e Alpine. Se di Alpine ne avevamo già parlato bene ieri, evidenziando come il progetto transalpino fosse buono, la scuderia di Faenza oggi sembra essere indicata come possibile outsider del weekend.

Le altre scuderie tutte alla ricerca di un buon passo gara a discapito del giro secco, infatti con i lunghi rettilinei e il rischio di safety car durante il gran premio, proprio per la conformazione del tracciato, hanno spinto le scuderia di medio bassa classifica a cercare di trovare qualche soluzione per portare a casa punti importanti per il mondiale.

Di seguito i risultati

FP1

1 Sergio PEREZ Red Bull Racing1:45.476

2 Charles LECLERC Ferrari+0.127

3 Max VERSTAPPEN Red Bull Racing+0.334

4 Carlos SAINZ Ferrari+0.536

5 Fernando ALONSO Alpine+1.095

6 Lewis HAMILTON Mercedes+1.191

7 Yuki TSUNODA AlphaTauri+1.220

8 George RUSSELL Mercedes+1.229

9 Pierre GASLY AlphaTauri+1.354

10 Esteban OCON Alpine+1.441

11 Lando NORRIS McLaren+2.215

12 Lance STROLL Aston Martin+2.371

13 Kevin MAGNUSSEN Haas F1 Team+2.470

14 Sebastian VETTEL Aston Martin+2.494

15 Valtteri BOTTAS Alfa Romeo+2.602

16 Guanyu ZHOU Alfa Romeo+2.746

17 Alexander ALBON Williams+2.943

18 Daniel RICCIARDO McLaren+3.334

19 Nicholas LATIFI Williams–

20 Mick SCHUMACHER Haas F1 Team–

FP2

1 Charles LECLERC Ferrari1:43.224

2 Sergio PEREZ Red Bull Racing+0.248

3 Max VERSTAPPEN Red Bull Racing+0.356

4 Fernando ALONSO Alpine+0.918

5 Carlos SAINZ Ferrari+1.050

6 Pierre GASLY AlphaTauri+1.091

7 George RUSSELL Mercedes+1.324

8 Yuki TSUNODA AlphaTauri+1.343

9 Esteban OCON Alpine+1.385

10 Lando NORRIS McLaren+1.547

11 Sebastian VETTEL Aston Martin+1.557

12 Lewis HAMILTON Mercedes+1.650

13 Lance STROLL Aston Martin+1.650

14 Daniel RICCIARDO McLaren+1.835

15 Valtteri BOTTAS Alfa Romeo+1.891

16 Guanyu ZHOU Alfa Romeo+2.040

17 Kevin MAGNUSSEN Haas F1 Team+2.364

18 Alexander ALBON Williams+3.173

19 Mick SCHUMACHER Haas F1 Team+3.201

20 Nicholas LATIFI Williams+3.994

Lorenzo Pisani e Stefano Sandrini

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU