ELEZIONI REGIONALI LOMBARDIA 2023
 / Sport

Sport | 13 giugno 2022, 08:48

Pro Patria, il pomeriggio della verità. Un ricordo di Patrizia Testa e le speranze dei tifosi

Alle ore 15 l'assemblea che segnerà la cessione delle quote da Sgai all'ex presidente a dieci giorni dall'«accordo sulla parola». Con scenari tutti da scoprire

lo stadio Speroni - foto di Daniele Belosio

lo stadio Speroni - foto di Daniele Belosio

È il giorno, anzi il pomeriggio della verità per la Pro Patria. Lunedì 13 giugno una mattina per gli ultimi preparativi e per le riflessioni prima dell'assemblea dei soci. Quella che - in base all'accordo sulla parola raggiunto tra Sgai da una parte e Patrizia Testa e il commercialista Beia dall'altra - porterà alla cessione delle quote del consorzio napoletano all'ex presidente, che oggi ha solo il 10 per cento. 

Questo lo scenario principale: dentro la cornice, lo schema è da scoprire nei dettagli. Se tutto andrà secondo quanto emerso, le quote torneranno appunto a Patrizia Testa. Avrà accanto un socio? Sostegno, totale o parziale, da parte della cordata bustocca, che ci aveva messo tanti sforzi e la faccia, avviando l'unica trattativa concreta durante queste settimane?

Sono tutti interrogativi che riceveranno tra poco risposta. Alle 15 l'assemblea che vedrà la parte bustocca nello studio di un notaio gallaratese, mentre l'avvocato Antonio Muro, amministratore unico di Sgai, e il presidente attuale della Pro Patria Domenico Citarella si collegheranno online.

L'unica certezza è che i tifosi hanno notato, alla vigilia dell'incontro, un post di Patrizia Testa, in realtà la condivisione di un ricordo del giugno 2018: quando la Pro Patria, già promossa in serie D, celebra pure lo scudetto. 

«Programmiamo da queste basi. Sport, passione, fedeltà, serietà. Ci proviamo!» scriveva allora la presidente. Il condividere quella memoria ha acceso speranze tra i tifosi che la seguono e che auspicano da oggi si riparta davvero verso un futuro.

Ma. Lu.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore