/ informazioneonline.it

informazioneonline.it | 14 giugno 2022, 17:46

Matrimoni e bambini: intrattenimento sì o no?

Il matrimonio è un giorno speciale, un'occasione di gioia, un evento da godere in ogni momento. Anche quando ci sono "piccoli" imprevisti da gestire. Vediamo se e quando prevedere un servizio di intrattenimento dedicato ai bambini

Matrimoni e bambini: intrattenimento sì o no?

«Ti sposi, che bello! Certo che veniamo...Ovviamente, con i bambini!».

Avete già capito di quale evento stiamo parlando: del vostro matrimonio, che vi immaginate già rovinato da un "branco" di bambini urlanti, che corrono qua e là con le mani appiccicose.

 

Dal panico al problem solving

Bambini. Piccoli esseri umani che voi non avevate considerato, pensando che, almeno per un giorno, i genitori li avrebbero affidati a qualcuno e sarebbero venuti da soli.

La domanda, a questo punto, vi sorge spontanea: come li gestisco? E se si annoiano? Non ho previsto un intrattenimento per loro e non so se il mio budget mi consente di averlo!

Prima di tutto, calma. Ci sono coppie di sposi che non si sono neanche accorti (in positivo, ovvio) della presenza di bambini di qualsiasi età al loro ricevimento, voi potreste avere la fortuna di essere fra queste!

 

Innanzitutto, di quanti bambini stiamo parlando? Uno o due, oppure dieci? E quanti anni hanno?


Perchè, soprattutto se sono piccolini (anche 2,3 anni) e sono pochi, di solito preferiscono occuparsene i genitori - per intenderci, ognuno pensa al suo, provvedendo a portarsi dietro giochini, libri eccetera.

Un piccolo gesto per i piccoli ospiti

 

Una gentilezza che potete prevedere è stampare disegni in bianco e nero da colorare, o prendere un album di fogli bianchi, comprare una scatola di matite e mettere tutto a disposizione; questo può aiutare i genitori a distrarli e far trascorrere il tempo più velocemente.

Se, invece, vi rendete conto che il numero dei piccoli ospiti aumenta, vi conviene, in effetti, prevedere una figura dedicata a loro, anche solo qualcuno che li tenga impegnati tra una portata e l’altra, senza per forza optare per scenografici giochi di prestigio...a volte, basta una persona che gonfi i palloncini o che li controlli mentre giocano - soprattutto se avete scelto una location con uno spazio all’aperto, ideale per i bambini!

 

Il momento del pasto (e della torta)

Inoltre, non dimenticatevi di comunicare al catering che saranno presenti i bambini, in modo che, nel caso, sia necessario pensare a un menù ad hoc per loro; ricordatevi di indicare sempre i loro nomi sul tableau, che siano al tavolo con i genitori - e. in questo caso, specificate se hanno bisogno o meno del seggiolino - oppure in un tavolo a sé stante, se hanno un’età per cui riescono a mangiare da soli e sono in un discreto numero (almeno 5 o 6).

Un’idea carina, se il numero di bambini ve lo consente e se li conoscete bene, quindi li riuscite a gestire per qualche minuto senza che si scatenino, è chiedere al catering o al pasticcere di mostrare loro la torta in anticipo, ovviamente in vostra presenza e tenendoli a una distanza adeguata. Pensate al sorriso che comparirebbe su quelle faccine se i piccoli ospiti potessero vederla prima "dei grandi" e fosse loro chiesto di mantenere il segreto: sarebbe un modo simpatico per coinvolgerli in un momento importante.

Insomma, senza cadere nell’atmosfera da “villaggio vacanze”, fate in modo che gli ospiti di tutte le età si sentano i benvenuti… vedrete che il vostro giorno sarà ancora più allegro e speciale!


Giulia Nicora

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore