/ Busto Arsizio

Busto Arsizio | 15 giugno 2022, 14:43

In piedi sul Malpensa Express: «L'8.22 serve doppio»

Anche oggi convoglio singolo e viaggio in piedi, specialmente dopo Rescaldina. Intanto attenzione allo sciopero

Passeggeri in piedi sul convoglio delle 8.22

Passeggeri in piedi sul convoglio delle 8.22

Singolo convoglio, doppi disagi: il Malpensa Express per Milano Centrale delle 8.22 ancora oggi vedeva gente in piedi, soprattutto dopo Rescaldina. Il treno successivo è solitamente doppio, ma la corsa precedente è molto frequentata.

Segnala anche fotograficamente un pendolare la situazione delle 8.22, per ribadire quanto sarebbe necessario un potenziamento degli spazi su questo treno. È un messaggio che il Comitato pendolari Trenord di Busto Arsizio continua a mandare. Anche ieri aveva condiviso una segnalazione per cui il convoglio delle 8.22 vedeva viaggiatori già in piedi a partire da Busto Arsizio.

Negli ultimi mesi sono stati introdotti convogli nuovi, ma questo orario si sta confermando critico.  

Intanto per i pendolari si avvicinano anche 24 ore di sciopero. Che non dovrebbero portare particolari problemi, ma bisogna stare all'erta.

Trenord ha avvisato che «dalle ore 21 di giovedì 16 alle ore 21 di venerdì 17 giugno 2022, alcune organizzazioni autonome hanno proclamato uno sciopero generale di tutte le categorie pubbliche e private. Considerando le adesioni in occasione di precedenti proclamazioni, non si prevedono interruzioni alla circolazione ferroviaria in Lombardia.  Potranno invece verificarsi sporadiche cancellazioni di treni che saranno tempestivamente comunicate».

Per verificare lo stato della propria corsa  si può consultare l'App di Trenord con l’andamento della circolazione in real-time selezionando il treno di proprio interesse. Anche in stazione poi attenzione agli annunci sia sonori sia visivi.

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore