/ 

| 17 giugno 2022, 09:01

Siccità e caldo non danno tregua: a Induno ordinanza contro gli sprechi d'acqua

Il sindaco Cavallin ha emesso un provvedimento che limita il consumo e che consente l'uso dell'acqua per usi non domestici solo dalle 22 alle 6: «Teniamo comportamenti virtuosi dando anche esempi concreti». Chiusa la fontana a San Cassano

Siccità e caldo non danno tregua: a Induno ordinanza contro gli sprechi d'acqua

Il perdurare della siccità aggravata dal caldo torrido di questi giorni, ha indotto il sindaco di Induno Olona Marco Cavallin a emettere un'ordinanza per un uso responsabile dell'acqua potabile. 

Nel provvedimento si consente di innaffiare giardini e orti, campi sportivi o di lavare le auto su aree private o pubbliche, esclusi ovviamente gli impianti autorizzati, soltanto dalle 22 alle 6. 

«L'ordinanza - spiega il primo cittadino - ha l'obiettivo di richiamare formalmente tutti a un uso responsabile e moderato dell'acqua potabile. Noi fortunatamente viviamo in un luogo dove l'acqua è davvero difficile che manchi del tutto, ma non dobbiamo mai dimenticare le condizioni a contorno e tenere comportamenti il più possibile virtuosi, dando anche dei segnali concreti».

Per questo, il sindaco ha deciso di chiudere la fontana a San Cassano anche se funziona con il ricircolo dell'acqua. 

«In queste ore - sottolinea Cavallin - a Cascina Molina è stata rilevata una perdita d'acqua dall'acquedotto ed è stato prontamente allertato il gestore, che ha programmato a breve l'intervento di riparazione. L'acqua è preziosa sempre, usiamola con parsimonia». 

M. Fon.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore