/ Busto Arsizio

Busto Arsizio | 24 giugno 2022, 07:00

Il San Filippo è vispo e si rinnova per l'oratorio estivo. Ma la struttura «sente il peso degli anni»

Nel pomeriggio all’oratorio di San Michele si ritrovano gli adolescenti della città. Un oratorio sempre molto popolato che necessita di interventi di ristrutturazione: un nuovo campo di calcio, una struttura per la vita comune, sistemazione di impianti, bancone del bar, infissi

Don Alberto Ravagnani. Alle sue spalle il campo in terra rossa del San Filippo

Don Alberto Ravagnani. Alle sue spalle il campo in terra rossa del San Filippo

Non solo laboratori, giochi, piscina e compiti. All’oratorio San Filippo quest’anno ci sono tante novità: attività sportive al Museo del Tessile, film al Manzoni, pomeriggi riservati agli adolescenti provenienti anche da altri oratori cittadini e settimane di accoglienza di ragazzi di tutt’Italia.

Anche l’oratorio di via Calatafimi torna a vivacizzarsi a tempo pieno, dopo i due anni in cui a causa del Covid tante attività erano state soppresse. Senza limitazioni dunque l’oratorio feriale coordinato da don Alberto Ravagnani ritorna alla grande con tante proposte. Nel pomeriggio dalle 14.30 alle 18 gli adolescenti si ritrovano al San Filippo per vivere insieme un tempo all’insegna dell’amicizia e della fraternità. «Viene dato tanto spazio alla relazione – precisa don Alberto – con l’organizzazione di attività finalizzate a creare relazioni significative».

Poi altra peculiarità del San Filippo, le attività sportive al Museo del Tessile in collaborazione con il Csi.

Nel giardino quadrato si propongono attività olimpiche e paralimpiche come tiro con l’arco, dodgeball, atletica leggera, volano e pallamano. Chiaro è che l’oratorio dei bambini prosegue sempre tutti i giorni fino alle 17 con laboratori, giochi, piscina e, altra chicca che differenzia il San Filippo, il film al teatro Manzoni.

Impegnati nella struttura di via Calatafimi non solo bimbi e giovani, ma anche adulti: una trentina di persone occupate nell’accoglienza, pulizia, servizi al bar, segreteria.

Inoltre altra novità: l'accoglienza di ragazzi di tutt’Italia. «Ogni settimana accogliamo ragazzi provenienti da ogni parte d’Italia, da nord a sud – prosegue il sacerdote – Sono turni settimanali di 15 ragazzi».

Dopo l’oratorio feriale, gli impegni non vanno in vacanza. Almeno per don Alberto che accompagnerà i suoi ragazzi dal 9 al 16 luglio e in un secondo turno dal 16 al 23 in Valle Imagna nel bergamasco e dal 24 al 3 agosto a Napoli con diciottenni e diciannovenni. In settembre, ancora oratorio feriale per gli adolescenti.

Dunque il San Filippo, è sempre frequentatissimo. E non si merita quella antica struttura che ogni giorno accoglie centinaia di ragazzi. «È un oratorio che sente il peso degli anni – conclude don Alberto – Nonostante la vitalità e la freschezza di chi lo popola, la struttura è davvero appesantita. Avrebbe bisogno di interventi di ristrutturazione, a partire da un nuovo campo di calcio che è ancora con la sabbia, una struttura per la vita comune con camere, docce. Insomma, la lista è lunga: un salone nuovo, nuovi impianti, bancone del bar, infissi. È un luogo molto frequentato, offre un servizio notevole alle famiglie. A questo punto credo che meritiamo più attenzione».

Laura Vignati

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore