/ Varese

Varese | 24 giugno 2022, 12:15

La Finanza celebra 248 anni. Il generale Sciaraffa: «Al lavoro al fianco dei più deboli per garantire equità sociale e democrazia»

Questa mattina a Varese la cerimonia per l'anniversario di fondazione del Corpo delle Fiamme Gialle. Il comandante provinciale: «Chi compie reati finanziari trasforma la partita Iva in un'arma. Finanzieri, siate orgogliosi della vostra divisa». La dimostrazione dei reparti cinofili di Malpensa

La Finanza celebra 248 anni. Il generale Sciaraffa: «Al lavoro al fianco dei più deboli per garantire equità sociale e democrazia»

Una Guardia di Finanza sempre più vicina alle fasce deboli della popolazione e agli imprenditori e sempre più impegnata a perseguire l'equità sociale e tutelare i valori della democrazia. E' questo il messaggio che il generale Crescenzo Sciaraffa, comandante delle Fiamme Gialle della provincia di Varese, ha voluto lanciare in occasione del 248esimo anniversario della Fondazione del Corpo svoltosi questa mattina al comando provinciale di via Pasubio a Varese.

Una cerimonia durante la quale è stato diffuso il bilancio dell'attività degli ultimi 18 mesi (leggi QUI l'articolo completo con tutti i numeri) che ha visto un'ampia partecipazione di autorità militari, civili, economiche e politiche della provincia: tra loro molte figure istituzionali del capoluogo, quali il prefetto Salvatore Pasquariello, il sindaco Davide Galimberti, il procuratore capo della Repubblica di Varese Daniela Borgonovo, il questore Michele Morelli, il comandante provinciale dei carabinieri Gianluca Piasentin, il comandante provinciale dei vigili del fuoco Antonio Albanese, ma anche del mondo economico e politico, tra cui molti sindaci arrivati da tutta la provincia.

Dopo la lettura dei discorsi dedicata all'evento e inviati dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella e dal comandante nazionale della Gdf generale Giuseppe Zafarana, è stato il generale Sciaraffa a prendere la parola sottolineando, dopo i ringraziamenti di rito, il ruolo fondamentale delle Fiamme Gialle nel contrasto dei reati economico-finanziari intervenendo con «tempestive azioni di sottrazione dell'illecito arricchimento andando a colpire il prodotto del reato, quel profitto che inevitabilmente si traduce in costo sociale». Perché chi compie reati finanziari trasforma «la partita Iva in un'arma che va a colpire le fasce deboli, a danno dell'equità sociale». Un appello infine ai suoi finanzieri: «Siate orgogliosi della divisa che portate, con cui tutelate la giustizia nei confronti dei più deboli e garantite i valori della democrazia».

E' stato poi la volta delle consegne degli encomi, rivolti ai militari della Gdf che nel corso degli ultimi mesi si sono distinti per operazioni particolarmente significative.

La cerimonia si è conclusa con alcune prove pratiche del lavoro della Guardia di Finanza, con alcune dimostrazione di azione dei due "cani finanzieri" in servizio a Malpensa: Rock e Cosmo, due splendidi pastori tedeschi, hanno mostrato a tutti il loro fiuto individuando tra alcune valigie disposte nel cortile della caserma di via Pasubio alcune sostanze illecite o della valuta trasportata da figuranti che impersonavano normali passeggeri. Un elicottero ha infine compiuto alcuni voli a bassa quota, chiudendo in modo spettacolare la cerimonia.

 

Bruno Melazzini

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore