/ Valle Olona

Valle Olona | 26 giugno 2022, 17:20

Parte la stagione del Rifugio Ferioli: da oggi è punto di accoglienza del Sentiero Italia Cai

Ha preso il via l'estate del Città di Olgiate Olona. Incastonato a 2.264 metri e affacciato su Alagna, il rifugio è all’insegna della sostenibilità con cibi biologici e fotovoltaico

Parte la stagione del Rifugio Ferioli: da oggi è punto di accoglienza del Sentiero Italia Cai

Si è aperta oggi all’insegna delle novità la stagione estiva del Rifugio Ferioli Città di Olgiate Olona. Nonostante il tempo non sia stato clemente e sebbene il rifugio incastonato tra le splendide montagne della Val Mud sia rimasto avvolto tra le nuvole, sono stati parecchi i turisti che hanno fatto tappa.

Un’ottima premessa, dunque, per una stagione che si preannuncia positiva, inaugurata oggi per calare il sipario in settembre: luglio e agosto con un’apertura di tutti i giorni, in settembre nei weekend. Chicca di quest’anno: il Ferioli è stato proclamato “punto di accoglienza” all’interno del sentiero Cai Italia, il lungo tragitto che dal Friuli si snoda per tutto lo stivale.

Poi tante altre novità: «Abbiamo sistemato la terrazza - spiega il volontario Cai Gian Paolo Vavassori - rifatta la pavimentazione, creato una vasca di accumulo dell’acqua, creato lo spazio per la griglia che piace tanto ai giovani».

E poi ancora, il fotovoltaico che permette al rifugio la totale autonomia. Terminata la stagione estiva, il rifugio, essendo autogestito, resta aperto anche d’inverno. Ventidue posti letto, offre piatti anche biologici, con pane fatto in casa che va ad aggiungersi ad altre leccornie con polenta, brasato, polenta concia, torte, risotti, tagliere e penne. Rifornito con un carico dell’elicottero che col gancio scarica la cesta di materie prime reperite prima ad Olgiate - oltre a carne, formaggi e salumi rigorosamente di Alagna - il Ferioli vanta migliaia di pernottamenti a stagione.

Lo scorso anno il parroco di Alagna ha benedetto e inaugurato un originale monumento in legno: la finestra su Alagna, da cui il panorama sulla bella cittadina è impagabile. Oltre al cibo, anche altri prodotti sono rigorosamente biologici: dai detersivi e tanto altro. Dunque un rifugio che ha forte il valore del rispetto dell’ambiente.

La struttura è raggiungibile con un’escursione di un paio d’ore e mezza (1000 metri dislivello) da Alagna, qualcosa in meno da Rima. Punto di appoggio per chi vuole cimentarsi sulla cresta del Monte Tagliaferro, il Ferioli è ben segnalato: impossibile perdersi.

Forte dei suoi 380 soci, il Cai di Olgiate si appresta a un altro appuntamento. L’anno prossimo festeggerà i 40 anni di apertura del Ferioli. Inaugurato il 17 luglio 1983, il rifugio a 2264 metri di altezza non si è mai fermato. Dunque si appresta a dare il via a una stagione che si prospetta di successo. Oggi come sempre.

Laura Vignati

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore