/ Busto Arsizio

Busto Arsizio | 02 luglio 2022, 13:30

L'ultimo grazie di Danilo Redemagni: «A tutti coloro che l'hanno ricordato e pensato»

Nella basilica di San Giovanni la nipote Noemi ha letto il messaggio che il nonno le aveva affidato. La generosità, la passione per i funghi e quel suo servire la gente che ben esprime il ricordo di un bicchiere di latte da parte di una bambina

Danilo Redemagni pronto a servire un caffè nella foto di Daniele Belosio e sotto nell'immagine fuori dalla chiesa

Danilo Redemagni pronto a servire un caffè nella foto di Daniele Belosio e sotto nell'immagine fuori dalla chiesa

L'ultimo pensiero di Danilo Redemagni è stato per tutti coloro che aveva incontrato lungo il cammino della sua vita. L'ha affidato a Noemi prima di andare ad aprire la sua drogheria tra gli angeli, come aveva detto la famiglia (LEGGI QUI), e sua nipote l'ha trasmesso nella basilica di San Giovanni a Busto Arsizio al termine dei funerali.

«Grazie, grazie da parte sua». Danilo, una vita con il suo grembiule nero dietro il bancone con la moglie Mariuccia in via Mameli, sapeva che tante persone gli volevano bene. Che i suoi clienti, ma non solo, sarebbero accorsi a salutarlo e chi non poteva gli avrebbe rivolto un pensiero, una preghiera. 

Ha lavorato per mezzo secolo tra quelle mura, ha svolto la sua professione, sì, ma soprattutto un servizio. Basta scorrere i commenti sui social in questi giorni per rendersi conto della marea d'affetto per Danilo Redemagni. 

La generosità sua e della famiglia - confermata nell'ultimo gesto, la raccolta di offerte per Asda in via Palestro - era una certezza ed è stata ricordata dal sacerdote che ha celebrato i funerali, don Marco Caraffini che tra l'altro è suo nipote. E sentire le preghiere per «zio Danilo» ha fatto percepire a maggior ragione quel senso di familiarità, quell'essere tutti uniti per un uomo che faceva parte della vita di tanti. Preparando il suo mitico caffè, indicando a colpo sicuro i prodotti per la casa e in molti altri modi in drogheria. 

Tra le memorie raccolte in questi giorni, una stupenda di una donna: la gioia del bicchiere del latte offerto con un sorriso da Danilo. Piccoli gesti, che hanno imbastito un filo saldo nel tempo tra Redemagni e la comunità. 

Allora tutti a pensarlo indaffarato lassù, ma ha ragione don Marco, c'è un'altra passione che reclama attenzione: quella dei funghi. Ci saranno anche boschi da percorrere in Paradiso.

Ma. Lu.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore