/ Legnano

Legnano | 15 luglio 2022, 11:00

A Legnano i negozi rialzano la testa

VIDEO. Il presidente di Unione Confcommercio Paolo Ferrè in vista della Notte Bianca: «Si respira ottimismo ed entusiasmo dopo i due anni di pandemia. Anche prima dei saldi si è registrato un aumento nelle vendite». I negozi più in difficoltà sono quelli dell’abbigliamento. Legnano si sta spostando sul food. Tante realtà inattive restano sfitte per più tempo rispetto a prima

A Legnano i negozi rialzano la testa

Il commercio a Legnano è in ripresa. Dopo due anni durissimi, si è tornati a respirare. C’è tanta voglia di riprendere, entusiasmo negli acquisti. Si respira ottimismo, che deriva dalle nostre attività che hanno desiderio di investire in eventi (ne è un esempio la Notte bianca), di rimettersi in gioco per il futuro della città». Sono parole di fiducia quelle espresse dal presidente di Unione Confcommercio di Legnano Paolo Ferrè sullo status del commercio in città. Si è registrato un incremento nelle vendite, anche prima dei saldi.

GUARDA IL VIDEO

E comunque anche i saldi stanno andando bene, in crescita rispetto agli anni scorsi, anche se il periodo precedente è stato caratterizzato da un andamento anomalo.Certo Legnano, come altre città, registra anche un certo numero di chiusure. Soprattutto dopo la pandemia molte saracinesche hanno chiuso definitivamente i battenti. Ma il lockdown, i due anni di Covid, l’aumento dei prezzi delle materie prime e le bollette alle stelle non incoraggiano la riapertura. Tant’è che accanto ai negozi chiusi, in città si assiste al fenomeno delle realtà inattive che restano sfitte.

«Fino a qualche anno fa – ha fatto notare Paolo Ferrè durante la conferenza stampa di presentazione della Notte Bianca – un’attività chiusa veniva sostituita nel giro di breve tempo. Invece, girando per la città, ho notato che tante realtà restano sfitte per tanto tempo. Legnano comunque resta una città molto viva e appetibile per gli imprenditori. Qualche anno fa il presidente nazionale di Confcommercio Carlo Sangalli diceva: “Ogni vetrina che si spegne è un pezzo di città che muore”. Ora dovremmo dire: ogni vetrina che si accende è un pezzo di città che rinasce».

Un altro dato emerso, a Legnano stanno crescendo i servizi. «In città – ha affermato – la tendenza che si registra è una certa difficoltà per i negozi di abbigliamento. Invece Legnano si sta spostando sul food. Anche l’iniziativa dei “Mercoledì sera” di apertura dei negozi sta procedendo alla grande. Sono sempre una quarantina gli esercizi commerciali che garantiscono servizi anche di sera e sono aumentati con l’inizio dei saldi, mentre hanno sempre difficoltà ad aderire i franchising. Dunque i mercoledì sera sono destinati soprattutto a shopping e commercio, ma anche le altre serate con eventi e spettacoli rendono sempre vivo il centro di Legnano, attirando tanti giovani e famiglie delle città limitrofe.

Laura Vignati

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore