/ Legnano

Legnano | 22 luglio 2022, 12:25

L’addio di Legnano al carabiniere Saverio Cirillo. I colleghi dell’Arma: «Non ti dimenticheremo mai»

Si sono tenuti questa mattina a Legnano i funerali di Saverio Cirillo, il carabiniere che ha perso la vita durante un’escursione in montagna domenica scorsa. Il cordoglio dei sindaci di Legnano e Nerviano, il ricordo di monsignor Cairati

L’addio di Legnano al carabiniere Saverio Cirillo. I colleghi dell’Arma: «Non ti dimenticheremo mai»

La piazza della chiesa di San Magno gremita di gente, per dare un ultimo saluto a Saverio Cirillo, carabiniere che ha perso la vita fuori servizio durante un’escursione in montagna la scorsa domenica in Canton Ticino. In piazza anche tantissimi colleghi, per un uomo che dal 2014 prestava servizio nella città di Legnano. Alla celebrazione erano presenti anche i sindaci di Legnano, Nerviano, San Vittore Olona e San Giorgio su Legnano.

Il sindaco legnanese, Lorenzo Radice, ancora una volta ha voluto esprimere il suo cordoglio: «È un momento di cordoglio in cui si stringe tutta la città. Un momento in cui vengono a mancare persone che spendono la vita a servizio della nostra comunità. Anche in questi momenti di dolore bisogna cercare di guardare il lato positivo: quello che hanno fatto durante il loro servizio non è stato inutile e lasciano un segno, i nostri cittadini devono prendere esempio da persone come Saverio. Oggi noi indossiamo la fascia come segno di gratitudine».

Il sindaco di Nerviano, Daniela Colombo, ha voluto esprimere la sua vicinanza alla famiglia: «Vogliamo dare un riconoscimento anche da parte di Nerviano, un momento di vicinanza alla famiglia e in particolare alla mamma, che è stata assessore e anche candidata sindaco, 11 anni fa, nella nostra città». E i ringraziamenti a Saverio: «Ringraziamo il carabiniere per il servizio che ha prestato».

Parole che fanno da carezza in un momento di dolore per tutti quelle di monsignor Angelo Cairati, dopo la lettura del Vangelo secondo Giovanni: «È giusto che ci stringiamo alla famiglia ma anche all’Arma. Sotto le divise, sotto le fasce, ci sono uomini. Che siate qui così in tanti, vicini alla famiglia, il ricordare Saverio, queste sono le cose belle. Sarebbe bello essere sempre così uniti». E su Cirillo: «Ha sempre lavorato con passione e devozione, distinguendosi per la salvaguardia di persone vittime di violenza. L’ottimo lavoro è dimostrato nel cordoglio, nei numerosi apprezzamenti e riconoscimenti ricevuti dall’arma. Era un ragazzo educato, rispettoso, sincero e molto riservato».

Alla fine della celebrazione la lettera da parte dei colleghi che, a loro volta, hanno voluto ricordare una bella persona, che passava i suoi momenti liberi accanto alla famiglia e ha riempito loro di ricordi che non dimenticheranno mai, tant’è che la lettera si conclude così: «Ciao Saverio, ti vogliamo bene e non ti dimenticheremo mai». E, subito dopo, la preghiera del carabiniere.

Michela Scandroglio

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore